sabato 3 Dicembre 2022
HomeCronacaI ragazzi della Ciclofficina vittime di una rappresaglia fascista, solidarietà dal capogruppo...

I ragazzi della Ciclofficina vittime di una rappresaglia fascista, solidarietà dal capogruppo del Ps Gabriele

CASTELLAMMARE DI STABIA. A Castellammare i ragazzi della Ciclofficina vittime di una rappresaglia fascista. A loro giunge la solidarietà del capogruppo al Consiglio Regionale Corrado Gabriele.

Sul pavimento nei locali al piano terra c’è ancora il sangue di Valerio, il ragazzo di vent’anni pestato nella serata di giovedì sera da un gruppo di fascisti, si dice in città vicino a CasaPond. Una serata di terrore per i 
giovani della Cicloofficina Raffaele Viviani di Castellammare di Stabia. Un luogo dove un gruppo di giovani da tre anni promuove la mobilità sostenibile e l’uso della bici. A loro giunge nel silenzio delle istituzioni cittadine la solidarietà del capogruppo al Consiglio Regionale Corrado Gabriele.

Affida ad una nota il capogruppo del Partito Socialista in Regione Campania, Corrado Gabriele la propria vicinanza umana ai giovani della Cicloofficina  Raffaele Viviani che con impegno e dedizione mostrano il volto bello e sano di  una città  condannando fermamente l’episodio di cui sono stati vittima “spero  che stavolta nessuno metta la testa sotto la sabbia o tenti di sminuire la gravità dei fatti. Si sta diffondendo un clima pesante di intolleranza e di violenza che va combattuto da tutti e invece fino ad oggi abbiamo visto più volte da parte della destra il tentativo di nascondere la realtà. Battersi contro questo clima e questi fenomeni è un dovere di tutti, i rischi del ripetersi di simili gravissimi episodi sono enormi in un Paese in cui qualcuno ha speculato sulle paure dell’altro. Noi lo faremo con tutto l’impegno e la forza necessaria”.

a cura di Francesca Castaldi

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti