venerdì 23 Aprile 2021
HomeAttualitàIl festival della generosità, 100 volontari al Vulcano Buono

Il festival della generosità, 100 volontari al Vulcano Buono

NOLA. Il festival della generosità- 100 volontari per la prima volta invaderanno cuore di un centro commerciale.

Sei onlus, 12 chef e 100 volontari al Vulcano Buono, per il primo evento solidale in un centro commerciale. Domenica 20 ottobre dalle 17, il Vulcano aprirà le porte alla solidarietà deliziando i palati.  È la prima volta che accade in Italia. Nel periodo storico più consumistico ed economicamente più difficile dell’ultimo decennio, uno dei centri commerciali più famosi della Campania, decide di dedicare un intero weekend ai più deboli. Un orgoglio per il territorio nolano, che si intesta così un primato nazionale.

“Con questo 1° Festival della Generosità – dichiara Gian Marco Nicelli, Amministratore Delegato di Vulcano SpA – prosegue il percorso di affermazione di Vulcano Buono quale Centro al servizio del territorio con manifestazioni dal forte valore etico e sociale, a supporto della comunità che ci ospita.

Siamo lieti ed orgogliosi, che con il contributo di partner prestigiosi, ed il supporto dell’Amministrazione Locale, il nostro Centro possa essere per un giorno motore di un grande evento di Solidarietà a supporto delle fasce più deboli e sfortunate”.

L’evento solidale sarà inaugurato dai cittadini più giovani: 200 studenti dei licei di Nola il 18 OTTOBRE alle ore 10.30 in una delle sale cinema the space del Vulcano Buono, ascolteranno le storie premiate di volontari, chef e imprenditori che portano nel mondo la Campania.
Si proietteranno i video di “supernormali” eroi, che ogni giorno supportano i meno fortunati, con il proprio servizio.

Si ascolterà la storia di Luca Trapanese, per esempio, il presidente di A Ruota Libera Onlus, diventato famoso per essere stato il primo papà single napoletano ad aver adottato una bambina down rifiutata da più di 17 famiglie. Ma anche la storia di Davide D’Errico, nipote di Lucio D’Errico, una delle tantissime vittime innocenti della camorra, che al Rione Sanità ha dato vita alla prima agenzia di servizi gratuiti per i più poveri di Napoli in un bene confiscato alla camorra con la sua Onlus Opportunity.
Il cuore dell’evento però sarà domenica 20 Ottobre dalle 17, quando il Vulcano Buono aprirà Piazza Capri a 100 volontari e 12 tra i migliori pasticcieri e ristoranti di tutti la Campania. 12 persone speciali, prima che grandi professionisti. 12 artisti del food, insigniti dalle guide gastronomiche più famose, che doneranno la propria arte a titolo gratuito e sposeranno le cause di ben sei onlus che cambiano tutti i giorni con il proprio servizio le vite di disabili, bambini, persone senza fissa dimora e vittime innocenti della criminalità organizzata.

L’evento, patrocinato dal Comune di Nola e da AIGA(sez. NOLS) e fortemente supportato dal neo-eletto sindaco Gaetano Minieri e dal vicepresidente AIGA avv. Olga Izzo, vedrà alternarsi le eccellenze culinarie del territorio nolano e campano. I 12 artisti del food sono: Nonna Nannina, madrina culinaria dell’evento. Cioccolateria Gallucci
Casa Calderelli
Pasticceria Poppella
Cuori di sfogliatella
Villa diamante
Le Lune bistrot
Simposium bistrot
Officina del gusto
Pascaló
Macina a Pietra

“Grazie a questa straordinaria possibilità riusciremo a finanziare progetti solidali straordinari” spiega Davide D’Errico , presidente di Opportunity onlus “progetti come “La Palma”, la casa di prima accoglienza per 100 senza fissa dimora gestita dalla Locomotiva Onlus, o come “Il vicolo della cultura”, un vicolo storico del Rione Sanità di Napoli che diventerà la prima biblioteca pubblica all’aperto della città.”
Insomma un pomeriggio e una serata dedicati alla raccolta fondi e alle delizie del palato.
Il ricavato dell’evento sarà devoluto interamente a 6 onlus:
-Opportunity onlus
-Giovani per la pace (comunità Sant’Egidio)
-La locomotiva onlus
-A ruota libera onlus
-Putéca Celidònia
-Figli in famiglia onlus

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti