mercoledì 28 Luglio 2021
HomeCronacaIl Pd garantisce: "Torna il 118 a Sant'Anastasia"

Il Pd garantisce: “Torna il 118 a Sant’Anastasia”

SANT’ANASTASIA. Enza Amato e Raffaele Coccia (consiglieri regionale e comunale del PD): “Ripristinato il servizio medico sull’ambulanza 118. Il PD continuerà a battersi per il diritto alla salute dei cittadini”.

“Si era determinata una grave lesione del diritto alla salute dei cittadini. Siamo riusciti a rimediare migliorando la qualità del servizio: dal I aprile sull’ambulanza 118 del presidio di Sant’Anastasia ci sarà nuovamente il personale medico che era stato sospeso e il servizio di emergenza sarà reso più efficiente e completo” lo affermano Enza Amato e Raffaele Coccia, consiglieri regionale e comunale del Partito Democratico “Quella di escludere la presenza di un medico dal servizio di ambulanza 118 era una scelta sbagliata che rischiava di mettere a rischio la salute dei cittadini a fronte di un momento tanto delicato come quello delle chiamate di emergenza. La pur necessaria razionalizzazione dei costi e del personale in sanità deve essere realizzata laddove si evidenziano sprechi e incongruenze, non certo eludendo il diritto alla cura. Siamo riusciti” concludono i consiglieri del PD “ad avere un proficuo dialogo con la commissaria e i dirigenti dell’ASL Napoli 3, determinando, grazie ad una corretta collaborazione istituzionale, un risultato importante per l’intera città di Sant’Anastasia. Ora il PD, sia a livello regionale che comunale, continuerà a battersi perché questo territorio non venga più penalizzato come invece accaduto un anno fa con la chiusura degli uffici e della farmacia dell’ASL 3 di via Arco”

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti