giovedì 1 Dicembre 2022
HomeScuolaIl ritorno a scuola in presenza e i consigli della nutrizionista

Il ritorno a scuola in presenza e i consigli della nutrizionista

Il ritorno a scuola in presenza degli studenti ed i consigli della Dott.ssa Conza  per uno stile di vita corretto ed equilibrato

 

Dopo due anni di pandemia e di restrizioni sanitarie finalmente di nuovo tutti gli alunni a scuola  in presenza, dai più piccoli agli adolescenti.  Quali sono i preziosi consigli di una corretta alimentazione e di uno stile di vita adeguato  per piccini e adolescenti al fine di prevenire patologie tipiche invernali quali influenza e raffreddore o infezioni da virus?

 Ne parliamo con Maria Luisa Conza, biologa nutrizionista  che testualmente riferisce:

In ogni fase della  vita , una corretta alimentazione  è sempre stato il segreto per mantenersi in salute; ciò è ancor più vero per i giovanissimi che, assumendo comportamenti alimentari  adeguati sin dalla tenera età, pongono le basi per lo sviluppo di un adulto sano e dalle sane abitudini. Il bambino non cresce solo fisicamente ma anche mentalmente: il suo sistema immunitario è costantemente in “addestramento”, pronto a scoprire nuove minacce e ad affrontarle adeguatamente. Le esperienze fatte dal bambino risultano fondamentali per una corretta maturazione del sistema immunitario e la scuola è uno dei luoghi più formativi anche per questo settore;  tutti i giorni, per molte ore, bambini e ragazzi si ritrovano a contatto con un numero anche alto di coetanei, condividendo gli spazi limitati  di una singola stanza, il materiale scolastico, la merenda…e anche per conseguenza,  microrganismi. La pandemia ci ha insegnato che negli ambienti chiusi e poco arieggiati è molto più facile contagiarsi a vicenda. Con l’inverno e l’arrivo dell’influenza stagionale (e delle finestre chiuse), bambini e ragazzi a scuola devono affrontare un’altra sfida per il sistema immunitario. Grazie ad corretta alimentazione possiamo aiutare i nostri studenti ad affrontare al meglio questo periodo dell’anno.”

 Dott.ssa Conza quali sono dunque gli accorgimenti da seguire? 

“Gli strumenti di prevenzione sono pochi e molto semplici; in particolare è opportuno:

A)Variare il  menu quotidiano il più possibile; è importante abituare i bambini a nuovi sapori e consistenze sin dall’età prescolare;

B)Consumare frutta e verdura ad ogni pasto e seguire la loro stagionalità. Una buona strategia è quella di consumare quotidianamente frutta e ortaggi di colori diversi così da assumere tutti i preziosi micronutrienti nelle giuste quantità (ad esempio, gli ortaggi sul rosso-arancione sono ricchi di carotenoidi, quelli viola di antiossidanti);

C)Preferire i cereali integrali a quelli raffinati;

D)Abituare i bambini al consumo di legumi;

E)Prediligere le carni magre e il pesce azzurro, ricco di omega-3 (ma senza esagerare! Una dieta sana e bilanciata deve essere prevalentemente vegetale!);

F)Moderare il consumo di zuccheri: bevande zuccherate (compresi i succhi di frutta), merendine confezionate, caramelle e dolci in generale sono da limitare. Preferire la frutta o uno yogurt come merenda;

G)Limitare il sale e gli alimenti con troppo sale aggiunto (come le patatine o gli snack salati e gli insaccati).

Quali  altri mezzi suggerisce per rafforzare il  sistema immunitario dei bambini e degli adolescenti , potenziare il livello di energia mentale utile  per lo studio, rafforzare l’energia fisica per la pratica dello sport?

“Per fortificare il sistema immunitario, oltre a una sana alimentazione, è fondamentale fare attività fisica quotidianamente. Non è necessario che il bambino frequenti un club sportivo tutti i giorni, ma è sufficiente che sia libero di correre e giocare (ancor meglio con altri bambini) in spazi esterni . Il tempo trascorso all’aria aperta a contatto con fango, terreno, piante, animali è essenziale per la maturazione del sistema immunitario. In queste fasi di gioco è meglio abbandonare igienizzanti e salviette umidificate perché i bambini devono sporcarsi! I livelli di attenzione mentale dei bambini non sono paragonabili a quelli adulti. Un bambino di prima elementare non può restare concentrato per più di 15 minuti, un ragazzo delle superiori può reggere anche più di mezz’ora. Il modo migliore per sfruttare al meglio le loro energie mentali è fare delle pause (anche brevissime), sfruttare i colori e le immagini per imparare e, ogni tanto, alzarsi dal proprio banco per fare un po’ di movimento al fine di  scaricare lo stress accumulato. Infine, Il modo migliore per supportare i bambini nell’attività sportiva è fargli fare attività sportiva! Mantenersi attivi aiuta il corpo a dosare sempre meglio le energie, a rafforzarsi gradualmente e a voler essere ancora più attivi. Insomma.. un meccanismo che si auto-rafforza! Naturalmente ciò è fattibile solo nel contesto di un’alimentazione completa e garantendo al corpo il giusto riposo”

 Dottoressa Conza, abbiamo dunque toccato i punti fondamentali di uno sano stile di vita: alimentazione e movimento

“ Esatto; si tratta di due elementi di un’equazione semplice, ma  a volte il risultato non è quello desiderato. Non tutti i bambini e gli adolescenti seguono un’alimentazione “da linee guida” perché  spesso sono i genitori stessi a non abbracciare un regime alimentare equilibrato e sovente non  hanno a disposizione tempo libero  per praticare  l’attività sportiva o spazi dedicati in cui giocare.  Il risultato  di questo tipo di disagio è disastroso!  Ci troviamo di fronte a bambini e ragazzi demotivati, stanchi, nervosi, incapaci di concentrarsi e gestire autonomamente lo studio. In questo contesto un prezioso aiuto è dato da Antur Omega, l’integratore con il perfetto equilibrio tra acidi grassi omega 3, 6 e 9. Si tratta di un alleato eccezionale, in quanto i grassi omega sono coinvolti nel mantenimento delle funzioni cognitive (tra cui memoria e concentrazione), nel miglioramento delle performance fisiche, nel mantenimento della capacità visiva e della funzionalità cardiaca”.

 

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti