lunedì 20 Settembre 2021
HomeComunicati stampaImpianto di compostaggio a Marigliano: le perplessità di Capasso (M5S)

Impianto di compostaggio a Marigliano: le perplessità di Capasso (M5S)

 

Riceviamo e pubblichiamo la nota inviataci dal consigliere comunale di Marigliano Francesco Capasso nella quale evidenzia le proprie perplessità in merito alla realizzazione di un impianto di compostaggio sul territorio del comune di Marigliano.

IMPIANTO DI COMPOSTAGGIO A MARIGLIANO… FAVOREVOLI SOLE SE..

Prima di addentrarmi sulle perplessità esposte ieri in commissione, mi preme precisare, che il M5S Marigliano è favorevole a un impianto di compostaggio aerobico, tanto da essere uno dei punti del programma elettorale presentato alle scorse comunali.
Detto ciò, è opportuno evidenziare degli aspetti poco chiari che meritano e necessitano chiarezza, senza la quale il nostro parere potrebbe essere sicuramente contrario.
1) Nella DGR 494 del 13/09/2016 si evince che dai primi studi di fattibilità a Marigliano sono emerse diverse criticità. Questo farebbe pensare che Marigliano era un’area potenzialmente “bocciata”, eppure quattro mesi dopo Marigliano è stata inserita tra i siti individuati dalla Regione. Che cosa è cambiato in questi quattro mesi?
2) Per la Provincia di Napoli sono stati individuati tre siti, Marigliano, Afragola e Pomigliano d’Arco, Quali sono i criteri di scelta utilizzati visto che i tre Comuni scelti distano tra di loro pochissimi km? Non sarebbe stato opportuno dividere la Provincia di Napoli in 3 macro aree all’interno delle quali individuare dove costruire l’impianto?
3) L’impianto di Marigliano dovrebbe smaltire 30mila tonnellate l’anno. In media il nostro comune ne produce 4/6mila l’anno. Le restanti 24mila da quali e quanti comuni arriveranno? E’ importante saperlo visto che Marigliano rientra tra i comuni con il più alto tasso d’inquinamento per polveri sottili, e un eccesso di TIR di passaggio sul nostro territorio aggraverebbe solo la situazione.
4) L’area individuata per la costruzione dell’impianto è il Sito di Stoccaggio di Boscofangone. Ovviamente prima sarà necessario rimuovere le (eco)balle, e qui la domanda nasce spontanea. La Regione ha già calendarizzato un piano di rimozione delle balle? In che modo? Soprattutto, considerato che l’impianto dovrebbe essere ultimato per il 2018, ci sono i tempi giusti per rimuovere le balle, bonificare l’area, e costruire un impianto di compostaggio?
5) Quale sarà la tipologia d’impianto costruito a Marigliano? Aerobico, anaerobico, integrato?

A queste domande ieri sera è stato impossibile avere risposte, visto che non vi era la documentazione necessaria, pertanto il nostro parere al momento resta “sospeso” in attesa di risposte ai quesiti da noi posti.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti