venerdì 14 Maggio 2021
HomeAttualitàImprese, accordo Confapi-Cnr su nuove tecnologie

Imprese, accordo Confapi-Cnr su nuove tecnologie

La ricerca scientifica per sostenere lo sviluppo delle Pmi napoletane

NAPOLI – Confapi Napoli e l’Istituto di Calcolo e Reti ad Alte Prestazioni del Consiglio Nazionale delle Ricerche (Cnr), insieme per lo sviluppo delle Pmi. È stato infatti siglato un accordo di collaborazione per la Ricerca e Innovazione che consentirà di promuovere un fondamentale scambio di conoscenze ed esperienze di carattere tecnico-scientifico tra le parti in ambito imprenditoriale.
Il protocollo, firmato dal presidente dell’associazione delle piccole e medie imprese della Città metropolitana di Napoli, Raffaele Marrone, e il direttore dell’ ICAR – CNR, Giuseppe De Pietro, ha l’obiettivo – spiega il presidente Marrone – «di sostenere lo sviluppo economico e sociale del territorio e proporre nuove opportunità alle necessità di innovazione industriale delle Pmi del capoluogo campano».

«Attraverso mirate azioni comuni di sensibilizzazione, assistenza e proposta, saranno favoriti lo sviluppo e la diffusione di progetti di ricerca e innovazione, capaci di coniugare conoscenze scientifiche, tecnologiche e socio-economiche, per uno sviluppo intelligente, sostenibile e inclusivo». L’accordo prevede un confronto continuo tra le parti, che porti all’attuazione di interventi di rilevanza strategica e attività in grado di coniugare le finalità di ricerca, formazione e innovazione, con quelle che sono le reali esigenze del mondo industriale Confapi.

«Azioni efficaci che favoriscano la valorizzazione dei risultati della ricerca e il potenziamento dei servizi di trasferimento tecnologico, con particolare riferimento alle piccole e medie imprese. Fondamentali saranno anche la promozione, la creazione, la crescita e lo sviluppo di nuove attività imprenditoriali e di nuovi prodotti ad alto contenuto tecnologico – ha proseguito Marrone –. Tutto ciò attraverso la creazione di un sistema di integrazione dati che consenta di acquisire un quadro completo delle informazioni relative a domanda e offerta di innovazione e sviluppo e favorisca un sistema di comunicazione efficace e tempestivo tra strutture di ricerca e imprese».

«Il presente accordo rappresenta una grande opportunità per lo sviluppo di azioni di trasferimento tecnologico realmente condivise tra il mondo della ricerca ed il tessuto imprenditoriale. – spiega il direttore De Pietro – Uno degli obiettivi è quello di introdurre tecnologie di nuova generazione con azioni espressamente mirate alle esigenze delle Pmi, affinché queste ultime possano trarre rapidamente concreti vantaggi dei processi innovativi legati alla transizione digitale».
Il confronto con le associazioni passerà anche attraverso l’organizzazione di incontri tematici tra gruppi di lavoro Cnr e imprese, nei quali sarà anche possibile condividere e valutare le opportunità industriali dei brevetti sviluppati dal Consiglio nazionale delle ricerche. (L’ufficio stampa)

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti