giovedì 21 Ottobre 2021
HomeCultura e SpettacoliIn libreria le ultime novità della Colonnese editore

In libreria le ultime novità della Colonnese editore

Napoli. Arriva a settembre 2021 in tutte le librerie italiane La lotta delle parole, raccolta di poesie di Alfredo Troise, edita da Colonnese (pagg. 102, euro 8,00) nella storica e raffinata collana tascabile Lo Specchio di Silvia. Quella di Alfredo Troise è una poesia emozionale, fuori da ogni schema precostituito di metrica e di rima. Come la sua arte, nasce da un’istanza insopprimibile di espressione, libera da ogni pregiudizio. Tra le fredde strutture (e sovrastrutture sociali) metropolitane e la lingua della grande “città madre”, Troise ricuce le ferite un’infanzia di privazioni, cercando di incantare i suoi demoni, il più forte dei quali si chiama Tourette. Come un’insaziabile spugna dionisiaca, si nutre di ogni stimolo che possa vivificare la sua arte e la sua parola. Fissando nei suoi versi percezioni di verità e di coscienza che si svelano attraverso delicate luminescenze o violenti lampi, che squarciano l’oscurità con una messa a fuoco istantanea. Alfredo Troise è nato a Napoli nel 1973. Pittore e scultore, vive tra i suoi laboratori di Arzano e Valogno. La sua vitalità artistica, da sempre mediata dalla sindrome di Tourette, è anticonformista e rivoluzionaria, lontana da schemi accademici e mode folkloristiche. Spudorato e dissacrante (è sua la copertina del Gallo di Renato Caccioppoli di Jean-Noël Schifano) è impegnato in iniziative e progetti sociali, da laboratori di pittura e di scenografia, alla rete internazionale di riabilitazione “Cur’Arti”.

In tutte le librerie italiane anche Dialoghi col vulcano – Storie di corsa e altri amori di Ersilia Saffiotti, pubblicato da Colonnese (pagg. 90, euro 12,00) in un raffinata edizione arricchita dalle illustrazioni originali dell’artista e grafico Gaetano Gravina. In un flusso di emozioni che pescano nella malinconia come nel sorriso, nella dimensione onirica ma pure nella realtà più asciutta e tagliente, Ersilia Saffiotti riavvolge le sue storie di donna alla ricerca di sé, del proprio angelo custode, scugnizzo come lei, e della sua napoletanità impastata di carne e di levità. La vita irrompe attraverso Mariam, “riconosciuta” in un continente difficile e lontano, o Enza, ultima tra gli ultimi nella resistenza scomposta agli attacchi della vita; o semplicemente attraverso gli occhi di uno sconosciuto, incrociati in un bar dopo una corsa. Su ogni cosa e su ogni sentire, c’è la voce del Vesuvio: come una radice, come un amico generoso che capisce anche quando non gli arrivano parole e spiegazioni, come un’idea che si coltiva segretamente per non sentirsi soli. Ersilia Saffiotti è nata e vive a Napoli, città che ama follemente, dalla quale di tanto in tanto pensa di scappare, ma dove alla fine resta sempre. È avvocata, runner, moglie e madre. Insegna, come volontaria, educazione civica e diritto presso la Casa Circondariale “G. Salvia” di Poggioreale e si sta specializzando in Criminologia all’Università “Federico Il”.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti