giovedì 9 Febbraio 2023
HomeCronacaIncendio al sesto piano. Carabinieri salvano una donna

Incendio al sesto piano. Carabinieri salvano una donna

Giugliano. Sono da poco passate le 20 quando la centrale operativa dei Carabinieri della locale Compagnia segnala alla gazzella della sezione radiomobile e alla pattuglia della locale stazione un incendio a via Bosco a Casacelle 25.
Pochi minuti e i carabinieri raggiungono il palazzo. Il fumo nero avvolge il sesto e ultimo piano dell’edificio; i vigili del fuoco e il personale del 118 stanno arrivando ma non c’è tempo da perdere perché delle vite sono in pericolo.
I militari fanno evacuare l’intero edificio ma al sesto piano il fumo aumenta e all’interno di quell’appartamento c’è una donna. La signora 59enne ha difficoltà di deambulazione, è su una sedia a rotelle e non è uscita dall’abitazione mentre suo marito era andato a fare la spesa.


La coltre del fumo è troppo densa e i Carabinieri non riescono a raggiungere a piedi il sesto piano. Si decide allora di entrare nell’appartamento “sfruttando” il balcone al quinto piano del palazzo adiacente.
I carabinieri – scavalcando – sono ora al quinto piano dell’edificio dove abita la 59enne e salire i gradini che portano al sesto piano è possibile. Con non poche difficoltà si entra nell’appartamento e la donna ha quasi perso i sensi quando i Carabinieri la prendono di peso ed effettuano il percorso inverso.
Durante il salvataggio uno dei militari della sezione radiomobile è rimasto intossicato dai fumi e portato nell’ospedale San Giuliano ma fortunatamente è già stato dimesso con una prognosi di 4 giorni per “intossicazione da Co2”.
La signora sta bene mentre per l’incendio sono in corso indagini.
Dai primi accertamenti, infatti, sembrerebbe che le fiamme siano partite dal vano ascensore che non era funzionante. Il fuoco si è propagato dal basso e ha trovato sfogo all’ultimo piano. Sembrerebbero esserci pochi dubbi sulla natura dolosa dell’evento e i Carabinieri con i Vigili del fuoco che hanno domato le fiamme stanno approfondendo la situazione.
Indagini e accertamenti che verranno effettuati con la serenità, però, di aver salvato una vita.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti