sabato 1 Ottobre 2022
HomeCronacaInchiesta dell'Onu: 'In Ucraina bambini stuprati e torturati'

Inchiesta dell’Onu: ‘In Ucraina bambini stuprati e torturati’

In Ucraina “sono stati commessi crimini di guerra”. Lo hanno stabilito gli investigatori dell’Onu, i quali hanno anche documento una vasta gamma di crimini contro i minori, inclusi casi di bambini “stuprati, torturati e confinati illegalmente”, ha detto il capo della Commissione d’inchiesta Erik Mose al Consiglio dei diritti umani a Ginevra.

“Nei casi su cui abbiamo indagato, l’età delle vittime di violenza sessuale e di genere va dai 4 agli 82 anni.

Ci sono stati episodi in cui i parenti sono stati obbligati ad assistere ai crimini” commessi sui loro cari, ha aggiunto, precisando che in diversi casi è stato stabilito che gli autori erano soldati russi.

“Sulla base delle prove raccolte dalla Commissione d’inchiesta, questa ha concluso che sono stati commessi crimini di guerra in Ucraina”, ha dichiarato il presidente della Commissione, Erik Mose, in un primo
resoconto al Consiglio dei diritti umani dell’Onu, evocando i bombardamenti russi sulle zone civili, numerose esecuzioni, torture e violenze sessuali.

La Commissione d’inchiesta fu istituita a maggio per investigare sui crimini di guerra commessi in Ucraina dall’inizio dell’invasione russa lo scorso febbraio.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti