venerdì 23 Aprile 2021
HomePoliticaInterrogazione sulla verifica politica, il Pd: "Vogliamo sia fatta chiarezza"

Interrogazione sulla verifica politica, il Pd: “Vogliamo sia fatta chiarezza”

SOMMA VESUVIANA. Prima la richiesta di un consiglio comunale sull’argomento, un modo per coinvolgere il resto della minoranza, poi la decisione di presentare un’interrogazione con dibattito in aula. Ecco allora che l’argomento “verifica di maggioranza” torna in auge grazie ai tre consiglieri comunali del Pd, Giuseppe Cimmino, Giuseppe Auriemma e Crescenzo De Falco.

Nell’interrogazione, protocollata ieri, e indirizzata al sindaco e al presidente del consiglio, i tre esponenti Democratici spiegano che il “14 ottobre si e’ tenuto il consiglio comunale dove e’ stato discusso e approvato il Bilancio di previsione 2014 con voto determinante del sindaco a seguito dell’annunciata defezione dei tre consiglieri della maggioranza ( gruppo Fratelli d’Italia). Che i contrasti emersi in seno al consiglio hanno avuto un seguito attraverso dichiarazioni pubbliche e manifesti murali provocando un senso di disgusto tra gli elettori che da pochi mesi hanno partecipato alla consultazione elettorale” e dunque, considerato i “forti dissensi in seno alla maggioranza consiliare non sembra di buono auspicio per le sorti del paese troppo a lungo abbandonate a se stesso mentre da subito bisognerebbe affrontare i problemi più emergenti che assediano la collettività, dalla gravissima questione delle cartelle pazze della GORI al pesante fardello della fiscalità locale che i cittadini sopportano attraverso l’introduzione della tasi che aggrava ancor più la condizione sociale delle fasce deboli alle quali il Sindaco e la sua maggioranza non hanno destinato risorse compensative (esenzioni e detrazioni”)”. Da qui la necessità di discutere in consiglio per chiarire pubblicamente, soprattutto ai cittadini, le ragioni dei contrarsi emersi in consiglio e verificare quindi la stabilità della maggioranza in carico e la composizione della stessa. “Abbiamo dato il tempo agli altri consiglieri comunali di opposizione di firmare la richiesta di verifica”, spiegano gli esponenti del Pd, “adesso vogliamo chiedere chiarezza in modo pubblico. Vogliamo sapere chi è in maggioranza e chi no, se la maggioranza è ancora quella uscita dalle urne lo scorso giugno. Se esiste una stabilità di governo o se il sindaco intende aprire ad altri partiti o se ogni volta intende valutare le questioni e verificare chi potrà votarle. Insomma vogliamo che esca allo scoperto”.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti