lunedì 25 Gennaio 2021
Home Cronaca Intimidazioni a Borrelli, in fiamme il suo scooter: "Mi hanno solo appiedato"

Intimidazioni a Borrelli, in fiamme il suo scooter: “Mi hanno solo appiedato”

NAPOLI. Posillipo, intimidazioni al Consigliere dei Verdi Francesco Emilio Borrelli: in fiamme il suo scooter durante dei controlli per contrastare le attività illecite dei parcheggiatori abusivi.

Atto gravissimo ai danni del Consigliere regionale dei verdi Francesco Emilio Borrelli, stamane intorno le 13,30, ignoti hanno dato alle fiamme il suo scooter. Borrelli era nel quartiere Posillipo a Riva Fiorita insieme al Consigliere della I Municipalità Gianni Caselli, per un sopralluogo atto a contrastare le attività illecite dei parcheggiatori abusivi. Fortunatamente, residenti e commercianti hanno agito tempestivamente per spegnere le fiamme e hanno evitato che l’incendio si propagandasse anche ai mezzi vicini. Un atto condannabile e sicuramente frutto della campagna di legalità che Borrelli da anni porta avanti, in particolare per la sua lotta contro i parcheggiatori abusivi dai quali sui social riceve minacce e offese quasi quotidianamente. “Un gesto criminale e vigliacco, che di certo non fermerà la mia determinazione nel portare avanti la battaglia per la legalità in questa città” dichiara il Consigliere dei Verdi e continua: “non ho mai avuto paura delle intimidazioni ricevute che, per quanto mi riguarda, sono il segno che stiamo lavorando nella giusta direzione”. Poi spiega che già in passato il suo scooter era stato oggetto di atti vandalici: “Dopo le denunce ad alcuni parcheggiatori abusivi, in particolare a Santa Lucia mi distrussero il parabrezza e a via Costantinopoli mi tagliarono le ruote. I delinquenti devono sapere che non arretreremo di un solo centimetro anzi saremo ancora più duri. Mi hanno solo appiedato per qualche giorno. Ringrazio il Procuratore capo Melillo che mi ha subito espresso la solidarietà, il comandante della Polizia Municipale, Ciro Esposito, il Capo della squadra mobile e della Digos e i tantissimi cittadini che mi hanno espresso e stanno esprimendo solidarietà”. Sconcerto anche dal Consigliere Caselli: “Un gravissimo episodio di intimidazione di fronte al quale reagiremo come nostro solito: portando avanti le battaglie per la sicurezza e la legalità in questa città. Ancora più forti e determinati di prima.”

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

- Advertisment -
- Advertisment -

Articoli recenti

- Advertisment -