domenica 25 Settembre 2022
HomeSenza categoriaInvadono campo sportivo di Pomigliano, daspo per tifosi dell’ SSD Angri

Invadono campo sportivo di Pomigliano, daspo per tifosi dell’ SSD Angri

!Napoli.Il Questore di Napoli ha adottato provvedimenti di divieto di accesso alle manifestazioni sportive (DASPO), della durata di un anno, nei confronti di 7 tifosi dell’ SSD Angri 1927 tra i 24 e i 48 anni, in quanto, al termine dell’incontro di calcio SSD Angri 1927-San Marzano Calcio, disputato lo scorso 20 marzo presso lo stadio “U. Gobbato” di Pomigliano d’Arco, per festeggiare la vittoria della loro squadra, alcuni avevano superato la recinzione ed altri anche invaso il terreno di gioco e per questi motivi erano stati denunciati.
Inoltre, altri 3 DASPO, della durata di uno e due anni, sono stati emessi nei confronti di un 34enne napoletano condannato per tentata estorsione aggravata e danneggiamento seguito da un incendio aggravato, di un 22enne napoletano denunciato per porto di armi od oggetti atti ad offendere e di un 20enne napoletano denunciato per violazioni in materia di stupefacenti.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti