Home Politica La denuncia: “Illegittima l’elezione della vicepresidente Allocca”

La denuncia: “Illegittima l’elezione della vicepresidente Allocca”

Somma Vesuviana. Una elezione illegittima, un atto che non doveva neanche essere portato in consiglio comunale. È accaduto a Somma Vesuviana riguardo l’elezione della vicepresidente dell’assise Rubina Allocca, ma proprio
Allocca insieme ad altri consiglieri ha redatto il nuovo Statuto che ha stabilito che non ci siano più due vice, ma uno soltanto. In questo caso resta in carica Salvatore Granato. Il caso è stato sollevato ieri nel corso della trasmissione “Informiamo
la città ” in onda via web ogni martedì
su Laprovinciaonline.
“In merito alla delibera di consiglio comunale con la quale si è votato il secondo vice presidente del consiglio”, sottolinea Crescenzo De Falco di Primavera Sommese, “in considerazione dell’articolo 23 comma 10 dello statuto votato nell’agosto del 2020 è aggiornato da una commissione presieduta dalla stessa consigliera votata e cioè l’avvocata Rubina Allocca. Ritengo che oltre all’annullamento ad horas della stessa per illegittimità, bisognerebbe segnalare alla commissione disciplinare per una nota nella cartella personale del responsabile P o n 1 è un richiamo ufficiale al segretario comunale che, più e più volte, sembra confuso sulla applicazione delle leggi di cui lui dovrebbe essere garante. Per ultimo, considerate le diverse volte che il presidente del consiglio ha abusato del suo ruolo vedi l’ultimo consiglio comunale, dovrebbe rassegnare le dimissioni per incapacità manifesta nell garantire deliberazioni degne di questo nome”
A spiegare i gravi errori compiuti anche il consigliere comunale Vincenzo Piscitelli: “Al netto del fatto che ho partecipato alla votazione in questione, è fuori dubbio che la stessa vada annullata a norma di statuto.
Infatti, lo statuto comunale che abbiamo provveduto ad aggiornare qualche tempo fa, e comunque prima della votazione del secondo vice presidente, prevede la presenza di un solo vice che già era in carica nella persona del consigliere Salvatore Granato. Quindi, e mi rivolgo a qualche sapientone, non si facciano venire in mente che deve essere messo in discussione l’intero ufficio ufficio di presidenza quando la cosa non sussiste nel fatto e nel Diritto.
Se poi con tale artificio vorrebbero far rientrare anche la figura del Presidente del Consiglio, che ultimamente non se la sta passando proprio bene, allora lo dicessero chiaro e tondo, parlassero in italiano e non in politichese”. Insomma Piscitelli fa intendere che qualcuno nella stessa maggioranza con questo errore voglia “liberarsi” di Sommese facendo rivotare anche per la figura che ricopre a capo dell’assise cittadina.
Resta in carica proprio Granato e in modo legittimo.
“L’unico vicepresidente legittimato al momento sono io”, afferma Salvatore Granato, “La successiva nomina della consigliera Allocca è sicuramente illegittima, dal momento che non ho mai dato le dimissioni dal ruolo ricevuto dai colleghi consiglieri. Anche perché se io non fossi più legittimato, non lo sarebbe nemmeno l’attuale presidente Sommese. Nelle opportune sedi provvederemo ad impugnare il tutto”.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Gabriella Bellini è nata a Tropea (VV), giornalista professionista dal 2003, ha cominciato a lavorare nel 1994 nella redazione giornalistica di Televideo Somma, ha collaborato con Tele Oggi, Il Giornale di Napoli, Il Mattino, il Corriere del Mezzogiorno (dorso campano del Corriere della Sera), Cronaca Vera, Retenews, è stata redattore del settimanale Metropolis (poi diventato quotidiano) e di Cronache di Napoli. Ha condotto un programma di informazione e approfondimento su Radio Antenna Uno. Nel febbraio 2007 ha creato con altri colleghi il sito web laprovinciaonline.info di cui è il direttore. Nel 2009 ha ottenuto il prestigioso riconoscimento all’Impegno Civile del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, destinato ad un giovane cronista che si “sia distinto nel suo lavoro sul tema della diffusione della Cultura della Legalità” ottenendo così il premio nazionale “Per la Cultura della Legalità e per la Sicurezza dei Cittadini”. Nel 2012 il Premio internazionale Città di Mariglianella “Gallo d’Oro” per i “numerosi reportage sui temi della povertà e dell’emarginazione”. Nel 2013 il premio “Città di Saviano, giornata per la legalità” per “L'impegno profuso a favore della promozione e diffusione dei valori della legalità". Nel 2015 menzione speciale “L’ambasciatore del sorriso” per “L’instancabile attività di reporter, votata a fotografare con sagacia le molteplici sfaccettature della nostra società”. Nel 2016 il Premio “Antonio Seraponte” con la seguente motivazione “Giornalista professionista sempre presente e puntuale nel raccontare i fatti politici e di cronaca. In poco più di un decennio a suon di bravura ha ottenuto prestigiosi riconoscimenti per essersi distinta su temi importanti come la diffusione della cultura della legalità, della sicurezza dei cittadini e per l’impegno sui temi della povertà e dell’emarginazione”. Nel 2019 il premio Napoli Cultural Classic "Donna straordinaria, esponente della stampa locale che attraverso la sua autentica e graffiante penna racconta il nostro territorio anche fuori dai confini. Sempre attenta alla realtà politico-sociale che analizza con puntualità e chiarezza, riesce a coniugare la divulgazione al grande pubblico con l'obiettività suggerita dalla grande esperienza umana che l'accompagna".

Nessun commento

Exit mobile version