domenica 26 Settembre 2021
HomeSenza categoriaLa Lega a Sant'Anastasia denuncia: "La solitudine del sindaco"

La Lega a Sant’Anastasia denuncia: “La solitudine del sindaco”

Sant’ Anastasia. Di seguito il manifesto della Lega apparso in paese a firma di Giacomo Gammella.

LA SOLITUDINE DEL SINDACO
Fare il sindaco rimane oggi una delle funzioni politiche più difficili e impegnative da svolgere nel panorama politico italiano. Ancora di più a Sant’Anast asia dove ci si trova a governare con una maggioranza consiliare troppo giovane ed inesperta e con una drammatica carenza di personale alle dipendenze del Comune ove talvolta, quei pochi in servizio con ruoli di responsabilità, sembrano a tratti più vogliosi di svolgere il ruolo di una inesistente opposizione che di dare il dovuto supporto all’amministrazione comunale nella risoluzione di problemi del paese. Responsabili di posizione organizzativa completamente asserviti al presunto consulente legale del Comune di Sant’Anastasia, unico paese d’Italia che non transige una causa. L’inconsistenza dell’opposizione, soprattutto dell’unico partito con simbolo avente portata nazionale presente in Consiglio Comunale, è elem evito di ulteriore difficoltà nel governo del paese che, in assenza di riferimenti, non può che sperare solo nelle capacità del Primo Cittadino. Senza una crescita col lel tiva della cittadinanza che crei le condizioni, occorre formare una classe dirigente politica al di là delle auto candidature presuntuose e narcisistiche che hanno contraddistinto la p~at atoniat a elettorale. In attesa di tale crescita, rafforzare la Giunta Comunale è ormai una priorità imprescindibile.
Il Presidente Giacomo Gammella

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti