mercoledì 17 Agosto 2022
HomeCultura e SpettacoliLa magia del teatro a Cercola. "Il mondo che vorrei" porta in...

La magia del teatro a Cercola. “Il mondo che vorrei” porta in scena gli anziani

Cercola. Una bella iniziativa cui ha dato vita l’associazione “Il Mondo che vorrei” che è riuscita a portare in scena gli anziani del quartiere di San Giovanni a Teduccio che saranno sul palco il 18 dicembre alle ore 20.30. Appuntamento al teatro “Vittorio Mezzogiorno” via Domenico Riccardi 355 a Cercola.
“La nostra è un’associazione socio culturale che racchiude le persone del quartiere che amano mettersi in discussione con il canto e con la recitazione”, spiega il presidente Pasquale Musella, “ci riuniamo alla biblioteca di San Giovanni a Teduccio La Labriola di piazza Pacichelli. Abbiamo fatto volontariato presso un centro anziani, sempre dello stesso quartiere napoletano, “Il ponte” chiuso dal primo lockdown , in quella sede facevamo prevenzione misurando la glicemia, la pressione arteriosa, poi abbiamo iniziato a canticchiare e recitare, la scommessa è stata quella di portare gli eterni giovani del rione sul palco, ci riuscimmo per un caso fortuito due anni fa quando partecipammo ad un evento (il teatro, la cultura, il canto in villa) e fu bellissimo vedere come si presentavano entusiasti i nonnini a questi spettacoli, abbiamo proseguito portando un sorriso ai meno fortunati chi detiene in case di cura di riposo. Una volta abbiamo recitato per alcune persone senza fissa dimora con don Antonio Vitiello, sacerdote che opera alla Sanità ex Tenda”. Tante belle esperienze che ora approdano a Cercola. “Abbiamo incontrato il direttore artistico del teatro di Cercola ” Vittorio Mezzogiorno ” Pasquale Sannino”, aggiunge Musella, “Gli parlammo di questa idea del nostro spettacolo, e così con la vice presidente Trudy Sorrentino e il marito Lucio Saiello ci siamo esercitati e andremo in scena il 18 dicembre”. Chi parteciperà all’evento comprando il biglietto contribuirà a far continuare i progetti dell’associazione. “Siamo felici aver fatto una rivoluzione: far calpestare le tavole di un teatro a chi non l’avrebbe mai potuto fare”, conclude il presidente de “Il Mondo che vorrei”

Gabriella Bellini
Gabriella Bellini è nata a Tropea (VV), giornalista professionista dal 2003, ha cominciato a lavorare nel 1994 nella redazione giornalistica di Televideo Somma, ha collaborato con Tele Oggi, Il Giornale di Napoli, Il Mattino, il Corriere del Mezzogiorno (dorso campano del Corriere della Sera), Cronaca Vera, Retenews, è stata redattore del settimanale Metropolis (poi diventato quotidiano) e di Cronache di Napoli. Ha condotto un programma di informazione e approfondimento su Radio Antenna Uno. Nel febbraio 2007 ha creato con altri colleghi il sito web laprovinciaonline.info di cui è il direttore. Dal 2017 è componente della Commissione Pari Opportunità dell'Ordine dei Giornalisti della Campania Nel 2009 ha ottenuto il prestigioso riconoscimento all’Impegno Civile del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, destinato ad un giovane cronista che si “sia distinto nel suo lavoro sul tema della diffusione della Cultura della Legalità” ottenendo così il premio nazionale “Per la Cultura della Legalità e per la Sicurezza dei Cittadini”. Nel 2012 il Premio internazionale Città di Mariglianella “Gallo d’Oro” per i “numerosi reportage sui temi della povertà e dell’emarginazione”. Nel 2013 il premio “Città di Saviano, giornata per la legalità” per “L'impegno profuso a favore della promozione e diffusione dei valori della legalità". Nel 2015 menzione speciale “L’ambasciatore del sorriso” per “L’instancabile attività di reporter, votata a fotografare con sagacia le molteplici sfaccettature della nostra società”. Nel 2016 il Premio “Antonio Seraponte” con la seguente motivazione “Giornalista professionista sempre presente e puntuale nel raccontare i fatti politici e di cronaca. In poco più di un decennio a suon di bravura ha ottenuto prestigiosi riconoscimenti per essersi distinta su temi importanti come la diffusione della cultura della legalità, della sicurezza dei cittadini e per l’impegno sui temi della povertà e dell’emarginazione”. Nel 2019 il premio Napoli Cultural Classic "Donna straordinaria, esponente della stampa locale che attraverso la sua autentica e graffiante penna racconta il nostro territorio anche fuori dai confini. Sempre attenta alla realtà politico-sociale che analizza con puntualità e chiarezza, riesce a coniugare la divulgazione al grande pubblico con l'obiettività suggerita dalla grande esperienza umana che l'accompagna". Nel 2022 Premio di giornalismo “Francesco Landolfo”

Articoli recenti