martedì 21 Settembre 2021
HomeAttualitàLa storia di Gioia e del suo cuore, ma mamma e papà...

La storia di Gioia e del suo cuore, ma mamma e papà hanno bisogno di aiuto

Montella (Av). La storia di Gioia e del suo cuore artificiale, ma i suoi genitori hanno bisogno di un aiuto economico per rimanere accanto a lei a Roma. Promotore di una raccolta fondi il nostro Roberto Sdino.

Piccolo grande miracolo per una bellissima bambina di nome Gioia originaria di Montella in provincia di Avellino. La piccolina di tre anni, il 2 febbraio, ha subito un importantissimo e delicatissimo intervento che le ha salvato la vita, infatti presso l’Ospedale Bambino Gesù di Roma ha ricevuto un mini-cuore artificiale dal diametro di quindici millimetri e cinquanta grammi. Gioia affetta da miocardiopatia dilatativa in lista per un trapianto di cuore, aveva già subito un primo impianto con un “Berlin Heart” ma senza successo. I medici dell’ospedale quindi hanno optato per un mini cuore “Infant Jarvik 2015”, unica pompa intratoracica con alimentazione tramite cavo addominale. Ottenute le autorizzazioni dall’ente statunitense per i farmaci “Food and drug administation”, dal Ministero della Salute e del Comitato etico dell’Ospedale è stata effettua la delicatissima operazione dal medico Antonio Amodeo con il supporto della sua equipe. Intervento riuscito tanto che la piccola è stata estubata dopo dieci giorni. Questo è il secondo intervento al mondo dopo quello del 2012 avvenuto sempre al “Bambino Gesù”. Ora la bimba, in attesa sempre di trapianto, è in buone condizioni ma i suoi genitori, ovviamente, si sono stabiliti a Roma per non lasciarla mai sola, abbandonando non solo gli affetti ma anche gli impegni lavorativi, quindi necessitano di un aiuto economico per supportare e garantire la permanenza di mamma e papà accanto alla piccola Gioia. Promotore di una raccolta fondi è Roberto Sdino che si sta attivando in tutti i modi per far conoscere questa storia meravigliosa ma che ha bisogno dell’aiuto dell’umanità. Per chiunque volesse donare, anche una piccola somma, può farlo tramite PostePay 5333171055577684 al papà Giovanni Marano, codice fiscale MRNGNN80A24A509D.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti