mercoledì 24 Luglio 2024
HomeSpecialiLagno Maddalena, un quartiere abbandonato tra rifiuti e fogne a cielo aperto

Lagno Maddalena, un quartiere abbandonato tra rifiuti e fogne a cielo aperto

SANT’ANASTASIA – Un quartiere abbandonato ai confini di due paesi: via Lagno Maddalena. Un lato della strada appartiene a Pollena Trocchia, l’altro a Sant’Anastasia nel mezzo tanti problemi. Il primo quello che riguarda i rifiuti, da qualche giorno, infatti, sono stati spostati (e mai rimessi) i cassonetti che si trovavano nei pressi della scuola materna. Certo un luogo poco adatto per accumulare della spazzatura, ma erano gli unici bidoni in tutto il quartiere, adesso i residenti della zona non sanno dove sversare i sacchetti di immondizia. “Dove dobbiamo mettere la spazzatura”, chiedono, “non è un problema che riguarda soltanto noi, ma anche gli abitanti di via Nino Bixio e Cesare Battisti. Gli stessi negozianti stanno continuando a buttare i sacchetti sul marciapiede dove prima c’erano i cassonetti, ma non è peggio così? Chi può si mette la spazzatura nell’auto e va a cercare altri punti della città, ma ci sono anche le persone anziane e allora che fare?”. Gli altri cassonetti del quartiere, infatti, sono spariti mesi fa. Al loro posto è stato gettato del cemento, come si può vedere da una delle foto, e i cassonetti per la differenziata buttati a casaccio nell’alveo Casaliciello. “Vorremmo avere delle direttive dal Comune”, spiegano, “prima passava il servizio nettezza urbana del Comune di Pollena e toglieva anche i nostri rifiuti, adesso invece non passa ne l’uno ne l’altro e noi restiamo nell’immondizia”. Un altro serio problema che riguarda le decine di famiglie che vivono in via Lagno Maddalena è lo stesso alveo Casaliciello. “C’è un tratto di tubazioni che esce allo scoperto”, aggiungono alcuni cittadini, “da questo fuoriesce dell’acqua schiumosa e dal cattivo odore, in estate è anche impossibile restare con le finestre aperte. Crediamo si tratti degli scarichi fognari che arrivano dalla Stella Splendente non sarebbe il caso che venisse interrato anche il resto del tubo? Vogliamo comunque sapere dal Comune di Sant’Anastasia cos’è quel liquido che scorre nell’alveo Casaliciello a pochi metri dalle nostre abitazioni”. Un dubbio legittimo cui potrà dare risposta lo stesso ufficio Ambiente del Comune, che potrebbe rimediare ai diversi disagi che rendono difficile la vita degli abitanti di via Lagno Maddalena “contesi” tra due paesi.

Sostieni la Provinciaonline

Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permettete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi. Clicca qui e aiutaci ad informare ⬇️.

Gabriella Bellini
Gabriella Bellini
Gabriella Bellini è nata a Tropea (VV), giornalista professionista dal 2003, ha cominciato a lavorare nel 1994 nella redazione giornalistica di Televideo Somma, ha collaborato con Tele Oggi, Il Giornale di Napoli, Il Mattino, il Corriere del Mezzogiorno (dorso campano del Corriere della Sera), Cronaca Vera, Retenews, è stata redattore del settimanale Metropolis (poi diventato quotidiano) e di Cronache di Napoli. Ha condotto un programma di informazione e approfondimento su Radio Antenna Uno. Nel febbraio 2007 ha creato con altri colleghi il sito web laprovinciaonline.info di cui è il direttore. Dal 2017 è componente della Commissione Pari Opportunità dell'Ordine dei Giornalisti della Campania Nel 2009 ha ottenuto il prestigioso riconoscimento all’Impegno Civile del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, destinato ad un giovane cronista che si “sia distinto nel suo lavoro sul tema della diffusione della Cultura della Legalità” ottenendo così il premio nazionale “Per la Cultura della Legalità e per la Sicurezza dei Cittadini”. Nel 2012 il Premio internazionale Città di Mariglianella “Gallo d’Oro” per i “numerosi reportage sui temi della povertà e dell’emarginazione”. Nel 2013 il premio “Città di Saviano, giornata per la legalità” per “L'impegno profuso a favore della promozione e diffusione dei valori della legalità". Nel 2015 menzione speciale “L’ambasciatore del sorriso” per “L’instancabile attività di reporter, votata a fotografare con sagacia le molteplici sfaccettature della nostra società”. Nel 2016 il Premio “Antonio Seraponte” con la seguente motivazione “Giornalista professionista sempre presente e puntuale nel raccontare i fatti politici e di cronaca. In poco più di un decennio a suon di bravura ha ottenuto prestigiosi riconoscimenti per essersi distinta su temi importanti come la diffusione della cultura della legalità, della sicurezza dei cittadini e per l’impegno sui temi della povertà e dell’emarginazione”. Nel 2019 il premio Napoli Cultural Classic "Donna straordinaria, esponente della stampa locale che attraverso la sua autentica e graffiante penna racconta il nostro territorio anche fuori dai confini. Sempre attenta alla realtà politico-sociale che analizza con puntualità e chiarezza, riesce a coniugare la divulgazione al grande pubblico con l'obiettività suggerita dalla grande esperienza umana che l'accompagna". Nel 2022 Premio di giornalismo “Francesco Landolfo”

Articoli recenti

Rubriche