giovedì 3 Dicembre 2020
Home Politica L'ambiente e la differenziata entrano a scuola, con "Ecoquiz" e la "Ecopagella"

L’ambiente e la differenziata entrano a scuola, con “Ecoquiz” e la “Ecopagella”

POGGIOMARINO. L’ambiente e la differenziata entrano a scuola, con “Ecoquiz” e la “Ecopagella”: tablet e gite in oasi della wwf per gli alunni più bravi.

Oltre 4.500 alunni tra scuole elementari, medie e dell’Isis Da Vinci coinvolti nel progetto dell’assessorato comunale all’Ambiente: la raccolta differenziata e l’ecologia entrano quindi in classe a Poggiomarino, attraverso due idee per rendere attivamente partecipi gli scolari di tutte le età che alla fine del percorso avranno la possibilità di ricevere degli importanti premi. Per i più piccoli delle scuole elementari sarà infatti possibile prendere parte alla Ecopagella. Ogni settimana i bambini porteranno a casa tre questionari da fare compilare ai genitori, agli zii ed agli amici adulti. Le sei classi che raggiungeranno il punteggio maggiore avranno diritto ad un’escursione nell’oasi del Wwf di Lago di Conza, una riserva naturale situata in provincia di Avellino. Per gli studenti delle medie e del locale Isis Da Vinci c’è invece l’Ecoquiz, una piattaforma web a cui è possibile iscriversi via internet per poi scaricare un’App sugli smartphone. Gli alunni potranno sfidarsi attraverso il telefonino in vere e proprie gare di velocità e bravura sui tema della differenziata e dell’ecologia. I primi tre classificati alla fine dell’8 maggio, giorno di chiusura del concorso, vinceranno un tablet di ultima generazione. «Il nostro obiettivo è partire dalle scuole per arrivare nelle famiglie e sensibilizzare sul tema della raccolta differenziata – spiega l’assessore all’Ambiente del Comune di Poggiomarino, Gerardo Aliberti – Insieme ai mezzi “duri” come le ordinanze e le multe, abbiamo intenzione anche di mettere in pratica iniziative del genere che attraverso momenti di impegno e divertimento possano essere occasione di miglioramento civile ed ambientale per la nostra città». Negli ultimi mesi, in tal senso, Poggiomarino ha raggiunto il suo record per quanto riguarda le percentuali di riciclo, arrivate a superare il muro del 50%, ma l’obiettivo è di crescere ulteriormente.

- Advertisement -
- Advertisment -
- Advertisment -

Articoli recenti

Superare la crisi economica in live stream: la Masterclass gratuita

La crisi economica provocata dalla pandemia ha colto impreparati la maggior parte degli imprenditori e dei professionisti a partita iva in Italia. Dopo un...

“Campania, castelli come musei” il nuovo libro dell’Associazione Terre di Campania

L’Associazione Culturale Terre di Campania torna a parlare dei castelli che popolano il territorio della nostra regione e lo fa con la pubblicazione dal...

Nola. La Finanza sequestra su 4 camion 49 tonnellate di rifiuti

Nola. Grazie all'attenzione e all'intuito della guardia di finanza quattro camion sospetti sono stati controllati e si è scoperto che contenevanonoltre 49 tonnellate...

Farmaco introvabile, Arturo guarisce grazie al polo oncologico di Pagani

Pagani. Si conclude felicemente la storia di Arturo, ragazzo di trent’anni affetto da neoplasia uroteliale, senza alternative terapeutiche, per il quale l’unica speranza era...

“Wrong Fires For Right Hopes”: cortometraggio di giovani e studenti del territorio agro-nolano

Marigliano. L’Aquilus Productions è lieta di comunicare che è fuori, oggie ora, giovedì 26 novembre 2020, ‘Wrong Fires For Right Hopes’, un cortometraggio “giovane” il cui...
- Advertisment -