mercoledì 1 Dicembre 2021
HomeCultura e Spettacoli"L'amore unico colore che unisce l'umanità", intervista a Gianni Fiorellino

“L’amore unico colore che unisce l’umanità”, intervista a Gianni Fiorellino

Egea - Black Friday

NAPOLI. “Nisciuna nuttata nun pò maie ferní”, il nuovo singolo del cantante Gianni Fiorellino.

Speranza e amore incondizionato nell’ultimo lavoro di Gianni Fiorellino, il cantante partenopeo che in piena epidemia ha inciso il suo ultimo lavoro: “Nisciuna nuttata nun pò maie ferní”. Una poesia dedicata a sua moglie, come ci racconta Fiorellino, nata durante il buio che il mondo sta vivendo e che si prefigge l’obiettivo di infondere nell’aspettativa di vita futura, tanta positività a chi sta soffrendo ora. Un inno all’amore, unico ancoraggio per qualsiasi difficoltà.

“Nisciuna nuttata nun pò maie ferní” , singolo nato in piena quarantena cosa ha provato quando ha sentito il lavoro finito?

Un’emozione immensa, perchè per tutta la vità sarà indimenticabile.

Una dedica a sua moglie, la celebrazione dell’amore in un momento cosí particolare, cosa si sente di dire a tutti gli innamorati che stanno vivendo la quarantena lontani?

L’amore va celebrato ogni giorno, non si deve aspettare un momento particolare per farlo. In fondo è l’unico colore che unisce l’umanità.

Un brano interamente nato e creato in casa, la prova che riusciamo nell’impossibile anche nei momenti bui.

Il brano non è stato realizzato in casa ma in studio, situato sotto la mia abitazione. Non potendo incontrarmi con i musicisti ho realizzato tutto da solo. E’ stata una bella esperienza.

Quali sono i progetti artistici futuri quando finalmente si ritornerá alla normalità?

Iniziare i live. Recuperare il tempo perduto e ritornare a vivere.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti