mercoledì 1 Dicembre 2021
HomeAttualitàLegalità ambientale, convegno all'Istituto Marconi di Giugliano

Legalità ambientale, convegno all’Istituto Marconi di Giugliano

Egea - Black Friday

Giugliano. Incontro per la legalità ambientale.

Numerosissime le presenze al convegno per la tutela dell’ambiente e le generazioni future. Soprattutto moltissimi ragazzi. All’istituto Marconi di Giugliano, diretto dal dirigente Giovanna Mugione, con organizzatore il prof. Paolo Turco, si è parlato di generazioni future. Interventi di spessore con racconti di esperienze vissute su particolari territori nell’ambito del contrasto ai crimini ambientali, come quello del Comandante Biagio Chiariello che ormai, anche a seguito di riconoscimento dell’incaricato del Governo, è diventato un po il riferimento sul campo, soprattutto dei giovani. Commozione per il medico oncologo Prof. Antonio Martella che ha esortato i ragazzi al rispetto dell’Ambiente e della figura istituzionale degli insegnanti ricordando che molti ragazzi sono venuti a mancare per le malattie contratte a causa degli inquinamenti. Vincenzo Tosti, attivista in prima linea per la difesa dell’ambiente. L’ Avv. Raffaele del Giudice, assessore all’ambiente del comune di Napoli ed ex dirigente Legambiente che ha spiegato le tecniche per arrivare ai rifiuti zero. Intervenuta l’assessore Miriam Marino per il comune di Giugliano.
Il comandante Chiariello ha ricordato che per vincere questa battaglia bisogna “fare squadra ed essere uniti, come in un campo di calcio”.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti