giovedì 8 Dicembre 2022
HomeAttualitàL'ex sindaco parla del suo arresto: "Una micidiale e devastante trappola"

L’ex sindaco parla del suo arresto: “Una micidiale e devastante trappola”

SANT’ANASTASIA. Torna a parlare del suo arresto, Carmine Esposito, ex sindaco di Sant’Anastasia. Lo aveva fatto altre volte nei mesi scorsi dal suo profilo ufficiale sul social Network Facebook, mai come ieri sera quando lo ha definito “Una micidiale e devastante trappola”.

Forse resosi conto di quanto fosse pesante questa affermazione ha poi “modificato” il post, cancellando la frase. Tra ieri sera ed oggi oltre 247 persone hanno gradito le parole dell’ex politico mettendo “mi piace” sotto allo “stato” in questione. Eppure Esposito definisce “micidiale e devastante trappola” l’arresto compiuto, in flagranza di reato il 14 dicembre scorso, dai carabinieri della Compagnia di Castello di Cisterna che lo sorpresero alla guida della sua auto in possesso di una busta con una tangente in contanti di 15mila euro. Aveva appena terminato un incontro, registrato e sorvegliato a distanza, con un imprenditore che aveva vinto un appalto per fornire un servizio al Comune. Appalto ed inchiesta (coordinata dalla Procura di Nola) per il quale è stato arrestato anche l’ex dirigente dell’ufficio Ambiente Luigi Terracciano. Per quell’inchiesta recentemente il pm di Nocera Inferiore ha chiesto il rito immediato
Il post di Esposito parla in due passaggi della vicenda giudiziaria che lo coinvolto. “Il mio Sindacato”, scrive, “si è interrotto in modo traumatico 6 mesi fa per la nota vicenda in cui sono stato COINVOLTO.
Ovviamente non è questo il momento e l’occasione per parlarne…lo farò a breve in modo chiaro e preciso…!” e poi l’aggiunta, prontamente cancellata, “Alla fine del 2013 e prima che mi accadesse quella micidiale e devastante trappola avevamo completato il nuovo Piano delle Opere pubbliche con progettazione già affidate e risorse già reperite ed in buona parte disponibili”. Già perchè il post era nato proprio con l’intento di spiegare ai cittadini le opere realizzate in 40 mesi di governo, e su quelle, con cifre e dettagli, che Esposito si sofferma. “Il Sindaco Lello Abete è stato proclamato e a sua volta ha nominato la Giunta Comunale…complimenti ed in bocca al lupo”, ha scritto l’ex capogabinetto di Luigi Cesaro, “Ora bisogna ripartire innanzitutto rimettendo a regime tutto quello che in questi mesi la gestione commissariale ed i funzionari hanno tralasciato…!Sento il dovere verso me stesso,i Cittadini e l’Amministrazione in carica di puntualizzare alcune cose ed avanzare qualche considerazione!”, e poi: “Dopo 40 mesi consegno un Paese cambiato e migliorato in tanti aspetti. Decine sono state le opere iniziate e concluse ed altrettanti i Servizi erogati. Dalle Scuole,alle strade,al verde,parcheggi,spazi pubblici,marciapiedi,segnaletica,illuminazione,rete idrica e fognaria. Altre opere non ancora ultimate come la scuola Portali,il Centro Polifunzionale nell’ex Mattatoio ecc.Il Servizio di Spazzamento e dell’Igiene urbana…in questi giorni sta partendo anche la raccolta del vetro PORTA A PORTA e finalmente si toglieranno dalla strada qui brutti contenitori…è stata una mia fissa insieme alla realizzazione dell’Isola Ecologica…!”. E per concludere, prima di salutare gli anastasiani “Per dovere e lealtà,grazie dell’affetto e della fiducia che avete riposto in me”. un elenco di 14 opere pubbliche e rispettivi costi.
profilo fb

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Gabriella Bellini
Gabriella Bellini
Gabriella Bellini è nata a Tropea (VV), giornalista professionista dal 2003, ha cominciato a lavorare nel 1994 nella redazione giornalistica di Televideo Somma, ha collaborato con Tele Oggi, Il Giornale di Napoli, Il Mattino, il Corriere del Mezzogiorno (dorso campano del Corriere della Sera), Cronaca Vera, Retenews, è stata redattore del settimanale Metropolis (poi diventato quotidiano) e di Cronache di Napoli. Ha condotto un programma di informazione e approfondimento su Radio Antenna Uno. Nel febbraio 2007 ha creato con altri colleghi il sito web laprovinciaonline.info di cui è il direttore. Dal 2017 è componente della Commissione Pari Opportunità dell'Ordine dei Giornalisti della Campania Nel 2009 ha ottenuto il prestigioso riconoscimento all’Impegno Civile del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, destinato ad un giovane cronista che si “sia distinto nel suo lavoro sul tema della diffusione della Cultura della Legalità” ottenendo così il premio nazionale “Per la Cultura della Legalità e per la Sicurezza dei Cittadini”. Nel 2012 il Premio internazionale Città di Mariglianella “Gallo d’Oro” per i “numerosi reportage sui temi della povertà e dell’emarginazione”. Nel 2013 il premio “Città di Saviano, giornata per la legalità” per “L'impegno profuso a favore della promozione e diffusione dei valori della legalità". Nel 2015 menzione speciale “L’ambasciatore del sorriso” per “L’instancabile attività di reporter, votata a fotografare con sagacia le molteplici sfaccettature della nostra società”. Nel 2016 il Premio “Antonio Seraponte” con la seguente motivazione “Giornalista professionista sempre presente e puntuale nel raccontare i fatti politici e di cronaca. In poco più di un decennio a suon di bravura ha ottenuto prestigiosi riconoscimenti per essersi distinta su temi importanti come la diffusione della cultura della legalità, della sicurezza dei cittadini e per l’impegno sui temi della povertà e dell’emarginazione”. Nel 2019 il premio Napoli Cultural Classic "Donna straordinaria, esponente della stampa locale che attraverso la sua autentica e graffiante penna racconta il nostro territorio anche fuori dai confini. Sempre attenta alla realtà politico-sociale che analizza con puntualità e chiarezza, riesce a coniugare la divulgazione al grande pubblico con l'obiettività suggerita dalla grande esperienza umana che l'accompagna". Nel 2022 Premio di giornalismo “Francesco Landolfo”

Articoli recenti