domenica 25 Settembre 2022
HomePoliticaL'ex sindaco Sodano replica alle accuse: "Troppe falsità"

L’ex sindaco Sodano replica alle accuse: “Troppe falsità”

MARIGLIANO. Lo hanno tirato in ballo troppo spesso negli ultimi giorni, arrivando persino a dire che la sua Amministrazione è stata caratterizzata da “immobilismo, inefficienza ed inefficacia dell’azione amministrativa”, è l’ex sindaco di Marigliano Antonio Sodano.

Accuse che ritiene, non soltanto, ingiuste e alle quali ha deciso di replicare. A fargliele, fra gli altri è il neo eletto sindaco Sebastiano Sorrentino, ed è a lui che Sodano si rivolge. “Ci siamo sempre stimati e rispettati”, commenta Sodano, “mi accorgo che devo abbandonare il mio bon ton e scendere ai livelli di dialogo che usano i suoi ‘suggeritori’ o coloro che scrivono a suo nome, spero che l’intervista che ha rilasciato nei giorni scorsi lui non l’abbia vagliata direttamente.
Premesso che il candidato a sindaco non ero io ma il professore Papa, persona di grande spessore scientifico oltre che un galantuomo, non mi spiego tutta questa malvagità di parola e di pensiero contro di me. Certo questo non mi spaventa, anzi, mi da la possibilità di chiarire alcune cose”. In particolare il leader del centrosinistra mariglianese aveva rilasciato alcune dichiarazioni in cui accusa Sodano di essere stato “premiato” con un incarico ben remunerato alla Gori. “Il centrosinistra conosce bene il compenso di un membro del Cda della Gori (dove è stato nominato l’ex sindaco, ndr)”, chiarisce l’esponente di Forza Italia, “fino a poco tempo fa infatti, quasi tutti i componenti erano del vostro partito, ma a scanso di equivoci voglio dirti che l’importo non arriva ai 700 euro al mese, finché si è in carica. Ben altra cosa è il compenso vitalizio che percepisci, mi dicono sui 5mila euro mensili, solo perché per due legislature sei stato consigliere regionale e, visto il numero dei tuoi interventi nell’assise, forse sei il consigliere più pagato d’Italia. Ti ricordo che nelle liste che ti hanno sostenuto, c’è chi ha collaborato al disastro maggiore sulla materia delle acque e che solo oggi sta venendo drammaticamente e giudiziariamente fuori: più di 250 lavoratori rischiano il posto di lavoro. Una sciagurata situazione creata da voi del centrosinistra. Il mio impegno costante è quello di trovare una soluzione decorosa per queste famiglie che possa risolvere definitivamente la delicata vicenda. Sono sicuro che con la collaborazione di tutte le parti interessate riusciremo nell’intento”. Fin qui il chiarimento rispetto alla sua posizione personale e politica, ma Sodano invita anche Sorrentino ad impegnarsi per la città, un ruolo che lui ha vissuto con passione trovandosi spesso “immobilizzato” dai consiglieri comunali. “Ti invito vivamente a raddrizzare il tiro e a metterti a lavorare, Marigliano ha bisogno di fatti e non di odio”, conclude, “Se poi vogliamo parlare di chi lavora nella Marigliano Gas, di chi lavora nel Consorzio di Bacino, di chi lavora alla Regione per nomina diretta, di chi non è riuscito a diventare mai primario, di chi invece è stato primario senza reparto, di sponsor di qualche società sportiva, di fitti elargiti dalla Gori, la cosa non mi spaventa, anzi mi stimola. Ti auguro di fare più di quanto io sia riuscito a mettere in campo, e visto che una buona parte dei tuoi consiglieri erano già in maggioranza con la mia Amministrazione possono meglio delucidarti su quello che stavamo realizzando. Fai attenzione che con me erano a dieta anche se mi chiedevano costantemente “polpette e fette di torta””.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Gabriella Bellini
Gabriella Bellini
Gabriella Bellini è nata a Tropea (VV), giornalista professionista dal 2003, ha cominciato a lavorare nel 1994 nella redazione giornalistica di Televideo Somma, ha collaborato con Tele Oggi, Il Giornale di Napoli, Il Mattino, il Corriere del Mezzogiorno (dorso campano del Corriere della Sera), Cronaca Vera, Retenews, è stata redattore del settimanale Metropolis (poi diventato quotidiano) e di Cronache di Napoli. Ha condotto un programma di informazione e approfondimento su Radio Antenna Uno. Nel febbraio 2007 ha creato con altri colleghi il sito web laprovinciaonline.info di cui è il direttore. Dal 2017 è componente della Commissione Pari Opportunità dell'Ordine dei Giornalisti della Campania Nel 2009 ha ottenuto il prestigioso riconoscimento all’Impegno Civile del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, destinato ad un giovane cronista che si “sia distinto nel suo lavoro sul tema della diffusione della Cultura della Legalità” ottenendo così il premio nazionale “Per la Cultura della Legalità e per la Sicurezza dei Cittadini”. Nel 2012 il Premio internazionale Città di Mariglianella “Gallo d’Oro” per i “numerosi reportage sui temi della povertà e dell’emarginazione”. Nel 2013 il premio “Città di Saviano, giornata per la legalità” per “L'impegno profuso a favore della promozione e diffusione dei valori della legalità". Nel 2015 menzione speciale “L’ambasciatore del sorriso” per “L’instancabile attività di reporter, votata a fotografare con sagacia le molteplici sfaccettature della nostra società”. Nel 2016 il Premio “Antonio Seraponte” con la seguente motivazione “Giornalista professionista sempre presente e puntuale nel raccontare i fatti politici e di cronaca. In poco più di un decennio a suon di bravura ha ottenuto prestigiosi riconoscimenti per essersi distinta su temi importanti come la diffusione della cultura della legalità, della sicurezza dei cittadini e per l’impegno sui temi della povertà e dell’emarginazione”. Nel 2019 il premio Napoli Cultural Classic "Donna straordinaria, esponente della stampa locale che attraverso la sua autentica e graffiante penna racconta il nostro territorio anche fuori dai confini. Sempre attenta alla realtà politico-sociale che analizza con puntualità e chiarezza, riesce a coniugare la divulgazione al grande pubblico con l'obiettività suggerita dalla grande esperienza umana che l'accompagna". Nel 2022 Premio di giornalismo “Francesco Landolfo”

Articoli recenti