mercoledì 8 Dicembre 2021
HomeSanitàL’Ospedale di Boscotrecase diventa DEA di I° livello, la soddisfazione di Casillo...

L’Ospedale di Boscotrecase diventa DEA di I° livello, la soddisfazione di Casillo e Carotenuto

Boscotrecase. “Quell’arcobaleno che un po’ di mesi fa abbracciava l’Ospedale di Boscotrecase, non poteva che essere un messaggio beneaugurante che trova conferma nella decisione dell’Asl Napoli 3 Sud di classificare la struttura ospedaliera come DEA di I° livello. Con questa delibera mettiamo fine a quelle false notizie circolate in questi mesi che volevano la struttura ospedaliera in dismissione o prossima alla chiusura, anzi la decisione della Direzione dell’Asl di fatto equipara l’ospedale di Boscotrecase a quelli di Castellammare di Stabia e di Nola. Oggi raccogliamo i frutti di un lavoro silenzioso portato avanti in questi anni. Una decisione maturata anche alla luce delle potenzialità espresse dalla struttura durante la fase emergenziale covid” – dichiarano in una nota congiunta Mario Casillo, capogruppo del Pd in Consiglio Regionale, e Pietro Carotenuto, sindaco del comune di Boscotrecase.

La decisione è stata ratificata con delibera numero 890 pubblicata il 22 settembre dalla direzione generale dell’Asl con la quale si procede, tra l’altro, alla nuova classificazione del presidio ospedaliero e si procederà al potenziamento del pronto soccorso, che sarà riaperto, e dei servizi: “Siamo sulla strada giusta, con questa delibera si traccia chiaramente il futuro post pandemico della struttura ospedaliera che, come abbiamo sempre sostenuto e ripetuto in più occasioni, deve diventare un punto di eccellenza regionale” – concludono Casillo e Carotenuto.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti