lunedì 6 Luglio 2020
Home Politica M5S, Cammarano: “Centri di riabilitazione Silba, pazienti in fuga e lavoratori senza...

M5S, Cammarano: “Centri di riabilitazione Silba, pazienti in fuga e lavoratori senza stipendio”

Il consigliere regionale Cammarano: “Assistenza al collasso, la Regione intervenga al più presto”

“Sono oramai otto anni che si trascina la vertenza della Silba spa, società in liquidazione che ha in gestione i centri di riabilitazione Villa Alba a Cava dei Tirreni, Villa Silvia e Gf Montesano a Roccapiemonte. A farne le spese centinaia di lavoratori, alle prese con atavici ritardi nel pagamento degli stipendi, e oltre 500 degenti, con un decremento della qualità dell’assistenza, al punto da costringere molti pazienti a rivolgersi altrove, con i disagi che ne conseguono. Sulla questione abbiamo provato invano, fino ad oggi, a interessare la Regione Campania, con atti e interrogazioni che non hanno avuto alcun seguito. Nel frattempo la situazione è precipitata, nonostante un accordo con le parti sociali attraverso il quale sembrava fosse stata individuata la migliore soluzione per superare i dissidi tra i due gruppi societari proprietari rispettivamente del 50% delle quote societarie della Silba, i cui amministratori sono stati coinvolti in un’inchiesta con l’accusa di corruzione in atti giudiziari. Un accordo che prevedeva la nomina di un nuovo Cda con soggetti lontani dalla compagine societaria, ma che non ha portato ad oggi a far registrare effetti positivi”. Così il consigliere regionale del Movimento 5 Stelle Michele Cammarano, che sulla vicenda ha inviato una nota al governatore della Campania.

“Il numero dei degenti – prosegue Cammarano – continua a diminuire in maniera esponenziale, con un riverbero sul fatturato, così come peggiorano le condizioni lavorative e di assistenza. Lavoratori e pazienti non possono più aspettare. Chiediamo al presidente De Luca di mettere in atto tutte le azioni di sua competenza, al fine di avviare una ricognizione sullo stato delle attività gestionali e sanitarie della Silba. E’ necessario lanciare un segnale di giustizia alle famiglie dei dipendenti che soffrono le conseguenze di una situazione che si trascina da anni nell’indifferenza delle amministrazioni locali e regionale”.

- Advertisement -
- Advertisment -
- Advertisment -

Articoli recenti

Il candidato sindaco Esposito in diretta Facebook risponde agli anastasiani

Sant’Anastasia. Domande e risposte, dal programma elettorale ai problemi della città, dalle criticità alle soluzioni. Il dott. Carmine Esposito, candidato sindaco di e...

Teatro, il ritorno di Massimiliano Gallo con “Resilienza 2.0”

NAPOLI. Teatro, appuntamento all'Arena Flegrea con il noto attore Massimiliano Gallo con lo spettacolo "Resilienza 2.0". Appuntamento sabato 11 luglio.  Massimiliano Gallo torna in scena...

Espropi, condannato il Comune di Massa di Somma

MASSA DI SOMMA. Condannato il Comune di Massa di Somma, "L'ente ha resistito in giudizio con mala fede". Il Tribunale di Nola ha condannato il...

S.Anastasia. Elezioni, Pone: “La fascia non può essere trofeo o feticcio”

SAN'ANASTASIA. Pone: "La fascia non può essere trofeo o feticcio da esibire. Mi impegno per far ripartire Sant'Anastasia". Una diretta sintetica, ma chiara e rivolta...

S.Anastasia. Real Vesuviana: “Giuseppe dalla luce al buio”

SANT'ANASTASIA. Riceviamo e pubblichiamo nota stampa dall' Asd Napoli Real Vesuviana. "Giuseppe è l’uomo, l’evoluzione di un bambino che improvvisamente, a soli sei anni ,perde...
- Advertisment -