domenica 9 Maggio 2021
HomeSenza categoriaM5S, Iovino: “Ambiente, alzare l’attenzione sul triangolo della morte dell’area Nolana"

M5S, Iovino: “Ambiente, alzare l’attenzione sul triangolo della morte dell’area Nolana”

Il deputato: “Abbiamo il dovere di raccogliere il grido d’allarme di monsignor Di Donna”

Nola. “Il grido d’allarme lanciato in questi giorni dal presidente della Conferenza episcopale campana, monsignor Antonio Di Donna, deve portare tutti noi rappresentanti del mondo politico e delle istituzioni, ad avviare una riflessione su come la pandemia abbia inevitabilmente fatto calare l’attenzione sull’altra grave emergenza, che è quella ambientale. L’appello di Di Donna parte dalla sua Acerra e ci ricorda che c’è un’area, che comprende questa diocesi e abbraccia tutto il Nolano, drammaticamente nota come “il triangolo della morte”. Un’area che, oltre a essere stata oggetto di sversamenti e nella quale continuano a sorgere discariche abusive, è da anni oggetto di una concentrazione eccessiva di impianti di smaltimento di rifiuti. Un perimetro che, sulla base dei piani d’ambito, prevede impianti a Pollena, Palma Campania, Pomigliano, Marigliano, Afragola, senza dimenticare lo stir di Tufino e’inceneritore di Acerra. C’è una Terra dei Fuochi in ogni angolo della nostra regione ed è giusto che noi rappresentanti dei cittadini facciamo da sentinelle per salvaguardare l’ambiente e la salute di tutti”. Così il deputato del Movimento 5 Stelle e responsabile per i rapporti interni in Campania Luigi Iovino

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti