sabato 3 Dicembre 2022
HomePoliticaM5S, Iovino: “Scuole chiuse a Nola, sindaco Minieri crea caos per cercare...

M5S, Iovino: “Scuole chiuse a Nola, sindaco Minieri crea caos per cercare visibilità”

“Con un’azione che sembra tesa semplicemente a emulare il governatore De Luca, contravvenendo alle indicazioni della Prefettura di Napoli che ha invitato le amministrazioni comunali a non interrompere con la didattica in presenza, e nonostante siano intervenute nel frattempo due sentenze del Tar che hanno bocciato l’ordinanza regionale, il sindaco di Nola Minieri ha voluto cercare visibilità a tutti i costi con un’ordinanza che impone la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado. Un’ordinanza discutibile sia per le giustificazioni in essa contenuta, che contrastano con le prescrizioni nazionali, quanto per la tempistica. Con data 10 gennaio, il provvedimento è stato infatti reso noto soltanto nella serata dell’11, per essere operativo da questa mattina. Una decisione, adottata contestualmente anche da altri sindaci del Nolano, già impugnata da comitati e associazioni di genitori del comprensorio, che avrà come unico obiettivo quello di generare il caos”. Lo dichiara il deputato del Movimento 5 Stelle Luigi Iovino.

“Non è alimentando confusione che si contrasta il Covid. Ci sono norme nazionali – sottolinea Iovino – che definiscono modalità e disposizioni da adottare dai dirigenti scolastici per prevenire la diffusione della pandemia e tutelare alunni e personale docente e non docente. Non abbiamo bisogno di prime donne in questa fase così delicata per il nostro Paese, ma di servitori dello Stato che agiscono nel solo interesse dei cittadini”.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti