lunedì 6 Luglio 2020
Home Cronaca M5S, Luigi Cirillo: “Non bisogna tollerare la violenza”

M5S, Luigi Cirillo: “Non bisogna tollerare la violenza”

Luigi Cirillo : “Tollerare la violenza può portare a situazioni gravi ed irreparabili”

 “La donna che è forte deve esprimere la sua forza allontanandosi dalla vigliaccheria e dall’essere subdolo che è un antimodello e va allontanato”. Queste le parole del consigliere regionale della Campania Luigi Cirillo intervenuto ieri in un convegno contro la violenza sulle donne.

Luigi Cirillo è consigliere regionale della Campania del MoVimento 5 Stelle ed è sempre stato impegnato in prima linea per difendere i diritti delle fasce deboli della società.

- Advertisement -

“Sono tre anni che mi occupo di politiche sociali, ogni giorno mi occupo di discriminazioni, di violenza fisica, verbale e psicologica. Ascolto le associazioni dei disabili quando i diritti non vengono garantiti, i responsabili dei centri antiviolenza che accolgono donne maltrattate, vittime di violenza che li trovano un rifugio ed un percorso funzionale a renderle autonome ed indipendenti – scrive il consigliere –  la violenza spesso si basa anche sulla consapevolezza di chi fa violenza che dall’altra parte non può esserci reazione. Dobbiamo rendere consapevoli le vittime di violenza che hanno il percorso per allontanarsi da quella realtà e far allontanare chi è vittima di violenza assistita come i minori”

“Insieme alla collega Valeria Ciarambino abbiamo scritto e depositato atti che trattano di violenza di genere, di violenza sulle donne, di discriminazioni sessuali – continua – dobbiamo intervenire dal punto di vista delle sanzioni, dei percorsi di tutela di chi subisce la violenza e dobbiamo aggiungere che è importante intervenire nelle scuole. I fenomeni negativi non dobbiamo solo reprimerli ma dobbiamo anche prevenirli alla fonte e questo lo puoi fare quando a scuola insegni che non ci sono differenze di genere, insegni che non ci sono differenze di alcun tipo”

Sottolineare le differenze tra uomo e donna, o tra eterosessuali e non, è indice di una società che non è ancora civilizzata, “questo è il segnale del fallimento”.

“Nel 2018 dobbiamo parlare ancora di violenza sulle donne perché purtroppo è un fenomeno che esiste ancora oggi. L’obiettivo è che un giorno di questi argomenti non dobbiamo parlarne più, significherà che siamo arrivati finalmente ad una società che è diventata civile – dice Luigi Cirillo – dobbiamo fare campagne di sensibilizzazione spiegando a tutte le vittime che sono ancora silenti e che sono tantissime e che subiscono ogni giorno violenza fisica e psicologica che una via d’uscita da quell’orrore esiste. Devono avere il coraggio di far uscire fuori la loro forza ed allontanarsi da quella situazione”

“Un buon politico ha l’umiltà di dire che da solo non può essere in grado di dare risposte e soluzioni – conclude Cirillo – bisogna avere l’umiltà di dire alle associazioni ed a tutta la società civile che siamo disponibili e che vogliamo il confronto e la condivisione. Perché soltanto insieme possiamo costruire reali soluzioni ai reali problemi di questa società”

 

- Advertisement -
- Advertisment -
- Advertisment -

Articoli recenti

Il candidato sindaco Esposito in diretta Facebook risponde agli anastasiani

Sant’Anastasia. Domande e risposte, dal programma elettorale ai problemi della città, dalle criticità alle soluzioni. Il dott. Carmine Esposito, candidato sindaco di e...

Teatro, il ritorno di Massimiliano Gallo con “Resilienza 2.0”

NAPOLI. Teatro, appuntamento all'Arena Flegrea con il noto attore Massimiliano Gallo con lo spettacolo "Resilienza 2.0". Appuntamento sabato 11 luglio.  Massimiliano Gallo torna in scena...

Espropi, condannato il Comune di Massa di Somma

MASSA DI SOMMA. Condannato il Comune di Massa di Somma, "L'ente ha resistito in giudizio con mala fede". Il Tribunale di Nola ha condannato il...

S.Anastasia. Elezioni, Pone: “La fascia non può essere trofeo o feticcio”

SAN'ANASTASIA. Pone: "La fascia non può essere trofeo o feticcio da esibire. Mi impegno per far ripartire Sant'Anastasia". Una diretta sintetica, ma chiara e rivolta...

S.Anastasia. Real Vesuviana: “Giuseppe dalla luce al buio”

SANT'ANASTASIA. Riceviamo e pubblichiamo nota stampa dall' Asd Napoli Real Vesuviana. "Giuseppe è l’uomo, l’evoluzione di un bambino che improvvisamente, a soli sei anni ,perde...
- Advertisment -