giovedì 29 Settembre 2022
HomeCronacaMalore bambini, i pasti della mensa analizzati. Capasso:"Dobbiamo capire"

Malore bambini, i pasti della mensa analizzati. Capasso:”Dobbiamo capire”

OTTAVIANO. Dopo i malori dei piccoli alunni, si stanno analizzando i pasti consumati a scuola. Il sindaco Luca Capasso:”Dobbiamo capire perché è successo e di chi sono le responsabilità” continua: “mai problemi con la ditta”.

Sono ancora incorso gli accertamenti per capire la causa dei malesseri di alcuni piccoli studenti di Ottaviano dopo aver mangiato alla mensa scolastica, il sindaco Luca Capasso spiega come sta procedendo:”Come sapete, mi sono sempre interessato dei bambini di Ottaviano e del loro benessere. Ed è per questo che capisco e condivido le preoccupazioni dei genitori. Avete ragione: non doveva succedere. E dobbiamo capire perché è successo e di chi sono le responsabilità. Intanto, qualche dato oggettivo: da metà ottobre, quando la mensa è partita, sono state effettuate 7 ispezioni. Una ad ottobre, due a novembre, due a dicembre, due a gennaio. A tutte hanno partecipato sia la responsabile dell’ufficio scuola del Comune che l’assessore Virginia Nappo. I verbali delle ispezioni, controfirmati dai docenti referenti della mensa oltre che dalla ditta, sono a disposizione di tutti al Comune. Ogni volta che parte la mensa, il Comune invia la comunicazione all’Asl e ai Nas per invitare a fare tutte le eventuali verifiche. La ditta che gestisce il servizio ha l’appalto ad Ottaviano da 6 anni: mai si sono riscontrati problemi. Nell’ultimo anno ben 120 bambini in più rispetto all’anno precedente hanno scelto la mensa: se la qualità del servizio non fosse stata buona, ci sarebbe stata una fuga dalla mensa, non certo il contrario. Con questo non sto affatto difendendo la ditta, alla quale abbiamo inviato una formale contestazione. Abbiamo inoltre allertato l’Asl e presentato denuncia ai Nas. Stiamo facendo fare le analisi dei pasti somministrati ieri. Ricapitolando: contestazione alla ditta, Asl, Nas, analisi dei pasti. Vi aggiorneremo su tutti gli sviluppi”.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti