giovedì 23 Settembre 2021
HomeCronacaMarigliano. Terrore a Capodanno, bomba davanti casa di famiglia straniera

Marigliano. Terrore a Capodanno, bomba davanti casa di famiglia straniera

MARIGLIANO. Terrore a Capodanno, bomba carta esplode davanti ad una casa solo perchè all’interno vi abita una famiglia straniera di origine marocchina. Il vile atto criminoso e di natura razzista è stato denunciato, come dichiarato  dall’associazione Nova Koinè.

Vile atto di razzismo ai danni di una famiglia di origine marocchina. La sera di Capodanno per Aziz, sua moglie e suo figlio neonato è stata davvero una festività spaventosa. Mentre la famigliola era tranquillamente in casa, qualcuno ha piazzato una bomba carta fuori dalla loro finestra, mandandola in frantumi. Purtroppo già in precedenza, si era verificato un episodio simile, l’ordigno era stato posizionato davanti la porta, ma grazie all’intervento tempestivo di Aziz, che aveva dato un calcio alla bomba carta, si era scongiurata la tragedia. La sera del 31 però, i fatti sono andati in maniera diversa, tanto da indurre la donna ad aver paura di rientrare in casa. Purtroppo la famigliola, già in passato, aveva subito attacchi simili da un residente della zona che aveva aggredito un giovane socio dell’associazione Nova Koinè, tanto da mandarlo in ospedale. In quell’occasione si decise di non denunciare l’aggressione per tutelare l’incolumità di Aziz e la sua famiglia. Ma dopo i noti fatti, l’associazione ha spinto l’uomo ad esporre tutto alle autorità competenti e lo fa sapere in un lungo post su Facebook, spiega come sta procedendo: “Su nostra sollecitazione Aziz si è fatto coraggio, e ha deciso di denunciare l’accaduto ai carabinieri di Marigliano, mentre il presidente di Nova Koinè ha informato il Sindaco che si è dichiarato intenzionato ad agevolare la ricerca dei responsabili, ed a valutare la possibilità di sostenere la famiglia che ha subito il danno.” Il post continua: “La famiglia in questione è marocchina e fa parte di quel famoso anello della società, che dovremmo proteggere, perché la criminalità e il razzismo se la prendono sempre coi più deboli”. L’associazione che opera sul territorio, si occupa di progetti e idee per l’inclusione sociale, di adoperare nuovi e significativi metodi di comunicazione, ma soprattutto di creare la giusta empatia tra esseri umani, che vada aldilà della discriminazione di razza, religiosa o sessuale.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti