domenica 25 Settembre 2022
HomeAppuntamentiMarigliano. Tutto pronto per il jazz festival

Marigliano. Tutto pronto per il jazz festival

Marigliano. Tre serate all’insegna della buona musica live, con artisti americani ed italiani che si esibiranno durante l’ottava edizione del Marigliano in jazz: il festival internazionale organizzato dall’ associazione culturale Skidoo, nata proprio con l’obiettivo di sostenere e diffondere il jazz anche in realtà in cui è più complicato, in termini di strutture idonee, insediarsi e far apprezzare questo genere musicale.

Con il sostegno del Comune di Marigiano e il patrocinio morale della Regione Campania, quest’ anno il festival propone tre imperdibili serate live, sempre ad ingresso gratuito, in cui talenti internazionali calcheranno il palco del Marigliano in jazz, allestito, per l’occasione, nell’aria adiacente al palazzetto dello sport. In programma, dal 4 al 6 luglio, quattro concerti differenti. Ad aprire la manifestazione, il 4 luglio alle ore 21.30, sarà il giovane pianista Claudio Filippini col suo trio ( Claudio Filippini – piano, Luca Bulgarelli – double bass, Marco Valeri – drums), che vanta collaborazioni con i più grandi jazz man del panorama italiano, da Mario Biondi a Fabrizio Bosso.
A seguire, il 5 luglio sempre alle 21.30, godremo della performance di due eccellenze campane, gli Head Project Trio,(Fabio Tommasone – piano, Luca Varavallo – contrabbasso, Raffaele Natale – batteria) che proporranno un repertorio inedito tratto dal loro suggestivo disco omonimo e Mario Nappi trio, vincitori dell’ European Jazz Contest 2013 tenutosi a Maastricht, ( Mario Nappi – piano, Corrado Cirillo – contrabbasso, Luca Mignano – batteria), che presenteranno il loro ultimo lavoro “Introducing” prodotto dall’etichetta Skidoo Records; il 6 luglio, invece, durante serata finale, l’atteso concerto di uno dei più poliedrici e stimati trombettisti del jazz internazionale con il suo strepitoso quartetto, il Dave Douglas Riverside Quartet, “Per la prima volta a Napoli – affermano gli organizzatori del festival – presenteranno il loro ultimo album “Riverside” inciso con la leggenda vivente del basso elettrico Steve Swallow e i fratelli Chet e Jim Doxas rispettivamente al sax tenore e clarinetto e batteria. Un omaggio con editi e inediti al clarinettista e sassofonista Jimmy Giuffre, che con Swallow e Paul Bley – spiegano – ha vissuto un trio cameristico di altissimo livello compositivo che guardava già oltre il free jazz tout cour. Il risultato è una musica dal grande fascino che mescola folk, jazz, standard dell’ ovest degli Stati Uniti”.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti