mercoledì 27 Gennaio 2021
Home Politica Mercato a km zero, frutta e ortaggi del Somma-Vesuvio a portata di...

Mercato a km zero, frutta e ortaggi del Somma-Vesuvio a portata di mano

POLLENA TROCCHIA. Mercato a chilometro zero, o, più semplicemente mercato del contadino, comunque lo si voglia chiamare la sua forza sta, appunto, nei prodotti e nella distanza, tra il punto di raccolta e la vendita diretta del produttore.

Nasce con queste caratteristiche il progetto Mercato a km zero, che anche a Pollena Trocchia prenderà il via entro poche settimane. Mercato a km zero, frutta e ortaggi del Somma-Vesuvio a portata di mano. Intanto ieri, la delibera con il relativo regolamento, sono stati approvati con il consenso unanime da parte dell’intera amministrazione comunale, nel corso della pubblica assise. Un progetto che crea di certo grandi aspettative e opportunità per i piccoli e grandi imprenditori agricoli di Pollena Trocchia. Non solo. In realtà il Mercato a km zero potrà costituire un vero e proprio trampolino di lancio per i tanti agricoltori che si stringono alle falde del monte Somma, e, rilanciare le tipicità del Parco Nazionale del Vesuvio. Il progetto vuole, di fatto, fornire ai produttori e ai consumatori l’opportunità di accorciare la filiera di acquisto con il taglio dei passaggi intermedi tra la raccolta e il consumo dei tanti prodotti agricoli, tipici del territorio vesuviano. Del resto, chi non conosce la fama dei pomodori Vesuviani, meglio noti come “pomodorini del piennolo”, per come vengono intrecciati fino a formare magnifici grappoli da appendere e conservare per tutto l’inverno. Un altro prodotto che i Comuni del Parco del Vesuvio possono vantare sono le albicocche, la “crisommola”, la cui cultivar sul monte Somma, vanta circa novanta varietà diverse, tra la forma e la gradazione zuccherina. Senza contare della qualità dei vitigni. Insomma, la tradizione contadina nei comuni del Vesuvio è storica, e ben noti sono i loro prodotti. Allora perché non istituire un mercato che promuove e predilige il prodotto locale e soprattutto, che pesi anche di meno per i portafogli. Il mercato a km zero, infatti, abbatte notevolmente i costi dei trasporti: il prodotto non andrà ai mercati generali, per poi ritornare nei piccoli centri, ma sarà, in parte, venduto sul posto di produzione a “km zero”.

Il sindaco, Francesco Pinto, si dice soddisfatto dell’approvazione unanime del progetto, un obiettivo inserito nel programma dell’attuale maggioranza sotto la voce “promozione del territorio”, il Mercato a Km 0 costituisce un’iniziativa importante che ha una duplice valenza. “Abbattere i passaggi della filiera sarà un modo per agevolare gli imprenditori agricoli del nostro territorio e del Parco Nazionale del Vesuvio”, spiega il sindaco. “Nello stesso momento – conclude Pinto – i cittadini potranno accedere a prodotti genuini acquistando direttamente dal produttore: mi auguro che in tal modo si inneschi un processo virtuoso in entrambi i sensi”. Il Mercato a Km 0 si terrà inizialmente (per i primi sei mesi) nell’area mercatale di via Esperanto. Nei prossimi giorni, gli uffici pubblicheranno il bando per l’assegnazione dei quindici posteggi previsti.

- Advertisement -

 

 

fonte di Patrizia Panico de Il Mattino area sud-costiera

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

- Advertisment -
- Advertisment -

Articoli recenti

- Advertisment -