mercoledì 22 Settembre 2021
HomePolitica"Non c'è autonomia e serenità", si dimette l'assessore Di Palma

“Non c’è autonomia e serenità”, si dimette l’assessore Di Palma

SOMMA VESUVIANA. Una notizia che era nell’aria da un po’: l’assessore alla Pubblica Istruzione si è dimesso.

Milena Di Palma, entrata in carica appena 8 mesi fa ha gettato la spugna. Molti dicono gli sia stato chiesto per fare “spazio” ai nuovi entrati di Forza Italia, che presto dovrebbero chiamarsi “Siamo Italiani” (l’associazione fondata dagli europarlamentari Aldo Patriciello, Lara Comi e Salvatore Cicu). Ma intanto lei ha preso la sua decisione ed ha protocollato una lunga ed articolata lettera in municipio, indirizzata al sindaco, Pasquale Piccolo.
“Con la presente intendo rassegnare le dimissioni da assessore con deleghe alla Pubblica Istruzione, Verde Pubblico, Servizi al Cittadino, Volontariato, Rapporto con Enti ed Associazioni, conferitomi con decreto n.85 del 26/11/2015”, scrive, “Prima di spiegare le ragioni di questa mia scelta, voglio ringraziare quanti hanno creduto in me dandomi la possibilità di fare questa esperienza. Per me è stato un grande onore ricoprire la carica di assessore nella mia città. Assessore alla pubblica istruzione, incarico che ho accettato con entusiasmo e tanta voglia di fare, essendo una docente di scuola primaria da oltre 23 anni e conoscendo le esigenze e le problematiche legate al mondo della scuola. Rimetto nelle sue mani dette deleghe in quanto penso non sussistano più i presupposti per poter esercitare serenamente e in piena autonomia le funzioni a me demandate, non condividendo più l’azione politico amministrativa proposta negli ultimi tempi. Sono sopraggiunti avvenimenti, mere questioni politiche, che non sono in linea con il mio modo di fare, non mi appartengono, per cui preferisco farmi da parte, sentendomi assolutamente inadeguata rispetto a questo modo di «fare politica». Ho cercato di dare il massimo contributo affinché questa maggioranza potesse realizzare il programma presentato e votato. Ho sempre cercato di andare incontro alle esigenze dei cittadini e, a tal proposito, la mia disponibilità è stata totale. Tutta la mia attività amministrativa è stata condotta con la massima trasparenza, sicura che è il solo modo in cui si possa e si debba agire nei confronti dei nostri elettori. Ho sempre cercato di collaborare con tutti i dipendenti comunali ai quali va il mio sentito ringraziamento per la loro disponibilità. Infine voglio precisare che le motivazioni alla base delle mie dimissioni sono state pienamente concordate con il mio gruppo politico”.
Una decisione che ora rischia di innescare nuove polemiche, la “patata bollente”, passa nelle mani del sindaco.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Gabriella Bellini
Gabriella Bellini è nata a Tropea (VV), giornalista professionista dal 2003, ha cominciato a lavorare nel 1994 nella redazione giornalistica di Televideo Somma, ha collaborato con Tele Oggi, Il Giornale di Napoli, Il Mattino, il Corriere del Mezzogiorno (dorso campano del Corriere della Sera), Cronaca Vera, Retenews, è stata redattore del settimanale Metropolis (poi diventato quotidiano) e di Cronache di Napoli. Ha condotto un programma di informazione e approfondimento su Radio Antenna Uno. Nel febbraio 2007 ha creato con altri colleghi il sito web laprovinciaonline.info di cui è il direttore. Nel 2009 ha ottenuto il prestigioso riconoscimento all’Impegno Civile del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, destinato ad un giovane cronista che si “sia distinto nel suo lavoro sul tema della diffusione della Cultura della Legalità” ottenendo così il premio nazionale “Per la Cultura della Legalità e per la Sicurezza dei Cittadini”. Nel 2012 il Premio internazionale Città di Mariglianella “Gallo d’Oro” per i “numerosi reportage sui temi della povertà e dell’emarginazione”. Nel 2013 il premio “Città di Saviano, giornata per la legalità” per “L'impegno profuso a favore della promozione e diffusione dei valori della legalità". Nel 2015 menzione speciale “L’ambasciatore del sorriso” per “L’instancabile attività di reporter, votata a fotografare con sagacia le molteplici sfaccettature della nostra società”. Nel 2016 il Premio “Antonio Seraponte” con la seguente motivazione “Giornalista professionista sempre presente e puntuale nel raccontare i fatti politici e di cronaca. In poco più di un decennio a suon di bravura ha ottenuto prestigiosi riconoscimenti per essersi distinta su temi importanti come la diffusione della cultura della legalità, della sicurezza dei cittadini e per l’impegno sui temi della povertà e dell’emarginazione”. Nel 2019 il premio Napoli Cultural Classic "Donna straordinaria, esponente della stampa locale che attraverso la sua autentica e graffiante penna racconta il nostro territorio anche fuori dai confini. Sempre attenta alla realtà politico-sociale che analizza con puntualità e chiarezza, riesce a coniugare la divulgazione al grande pubblico con l'obiettività suggerita dalla grande esperienza umana che l'accompagna".

Articoli recenti