sabato 25 Giugno 2022
HomePoliticaMiasmi ex cava Sari, la Sapna chiarisce al Comune

Miasmi ex cava Sari, la Sapna chiarisce al Comune

BOSCOREALE. L’Amministratore Unico della Sapna, Avv. Enrico Angelone precisa che, a seguito dei chiarimenti forniti dalla Sapna al Comune di Boscoreale, ha contattato telefonicamente il Sindaco di Boscoreale per mettergli a disposizione tutta la documentazione tecnica del sito ex Cava Sari di Terzigno località Pozzelle invitandolo ad effettuare una visita all’impianto accompagnato da chiunque voglia e nel giorno di sua preferenza.

Trasmettiamo la nota di risposta della società scrivente inviata al Sindaco ed all’Assessore all’Ambiente del Comune di Boscoreale con la quale si evidenziano le motivazioni tecniche secondo le quali non è possibile che tali presunti miasmi provengano dal sito in gestione della SAPNA SpA impianto di discarica per rifiuti non pericolosi in località Pozzelle ex Cava Sari nel Comune di Terzigno. Inoltre, a conferma di quanto detto, si comunica che dagli ultimi controlli effettuati ieri sera dai ns. tecnici,  l’impianto è regolarmente in funzione e non risultano esservi esalazioni o miasmi.

Nota Sapna al Comune di Boscoreale:

In riscontro alla Vs. nota di pari oggetto del 10.09.2014, al fine di chiarire qualsivoglia dubbio in merito all’attuale fase gestoria della discarica ed a presunti miasmi e odori nauseanti provenienti dalla discarica di Terzigno ex Cava Sari, si precisa quanto segue.

In data 16.05.2012, constatato il raggiungimento dei profili autorizzati, è terminata la fase di conferimento dei rifiuti presso la discarica di che trattasi ed è conseguentemente cominciata la fase di chiusura della discarica, attraverso la realizzazione del “capping”, così come previsto dalla normativa vigente.

Tale fase di chiusura, allo stato attuale in fase di ultimazione, realizzata attraverso l’apposizione di strati sovrapposti impermeabili costituiti da terreno di copertura del corpo rifiuti, materiale di drenaggio biogas, teli in TNT, teli in HDPE e argilla, è finalizzata alla definitiva messa in sicurezza dei sito di discarica ed alla eliminazione di qualsiasi forma di impatto ambientale, quali fughe di odori, emissioni di biogas o infiltrazioni di acqua piovana con produzione di percolato.

Al termine della fase di chiusura definitiva, sempre secondo quanto previsto dalla normativa vigente, inizierà la fase di gestione post-operativa di durata trentennale.

Inoltre, dal mese di Gennaio dell’anno 2013, è in funzione l’impianto di valorizzazione energetica del biogas prodotto dalla discarica, che, attraverso la fitta rete di captazione realizzata, convoglia tutto il biogas ai motori di cogenerazione e Io trasforma in energia elettrica, senza possibilità di fughe di gas dal corpo della discarica.

Pertanto, sulla base di quanto detto, non è possibile in alcun modo correlare i presunti miasmi e odori nauseanti da Voi denunciati, con le attività di gestione attualmente in essere presso il sito di discarica in oggetto.

<

Articoli recenti