mercoledì 22 Settembre 2021
HomeCultura e Spettacoli“Migranti 1950”, si presenta il 31 gennaio il docufilm con Lorenzo Crea

“Migranti 1950”, si presenta il 31 gennaio il docufilm con Lorenzo Crea

NAPOLI. L’audiovisivo come strumento per rappresentare e diffondere tematiche sociali di grande impatto al fine di suscitare interesse e riflessioni nello spettatore: questa la mission di “Migranti 1950”, il docu-film prodotto da AN.TRA. CINE nel 2016 con la regia di Enzo Acri e che vede come attore protagonista Lorenzo Crea, giornalista.

L’opera offre uno spaccato di quello che fu il grande esodo negli USA di coloro che nell’epoca del dopoguerra, versavano in condizioni socio-economiche precarie, spinti dal “sogno” di una vita migliore ma al tempo stesso costituisce oggi uno spunto interessante per affrontare ed analizzare la complessa realtà dell’attuale fenomeno della “migrazione” di interi popoli che, a prescindere dalla speranza di acquisire un lavoro che assicuri una vita dignitosa per se stessi e le loro famiglie , tentano di fuggire da dittature sanguinarie e da atrocità non descrivibili. In linea con queste considerazioni, giovedì 31 gennaio alle ore 20,30 si terrà a Villa Domi, Napoli, un “Evento Cinema” ispirato a “Migranti 1950”. In apertura, la proiezione di alcune scene più significative della pellicola; a seguire, un dibattito, moderato dalla giornalista Maridì Vicedomini che vanta come relatori: Alessandra Clemente, Assessore alle Politiche Giovanili del Comune di Napoli, Lorenzo Crea, attore protagonista, Enzo Acri, regista, Domenico Contessa, imprenditore, Giuseppe Palmieri, Sindaco del Comune di Roscigno (Salerno), Daniela Sabella, Direttrice Wraider. A chiudere la serata, dinner buffet per tutti i selezionatissimi ospiti con un festival di prelibatezze tipiche della nostra tradizione campana, proposte dallo Chef di Villa Domi, da “Il Caseificio dei Sapori” e dai “Sapori di Napoli”.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti