lunedì 20 Settembre 2021
HomeCronacaMinacce a Monica Cito, Fnsi e Sugc: tutelare il diritto di cronaca

Minacce a Monica Cito, Fnsi e Sugc: tutelare il diritto di cronaca

La Fnsi e il Sindacato unitario giornalisti della Campania esprimono preoccupazione per quanto sta avvenendo alla collega Monica Cito che racconta da anni quanto avviene nel territorio di Brusciano. Dal 2016 la collega, che collabora con il quotidiano Roma, è stata oggetto di minacce, pedinamenti, querele, insulti, attacchi tesi a delegittimare il suo lavoro sui social, da parte di un gruppo di malavitosi della zona che non gradiscono quanto viene denunciato sul giornale, in particolare per quanto scritto intorno all’omicidio di un loro parente. Monica ha continuato a fare il suo dovere senza mai fare un passo indietro, nonostante un’attività intimidatoria sfiancante, tesa a limitare il diritto di cronaca. Sul caso è stato presentato un dossier alla Procura, ma è evidente che è necessario un intervento deciso da parte delle Istituzioni preposte contro chi continua a molestare l’articolo 21 della Costituzione. Il sindacato dei giornalisti ha girato un fascicolo sul caso a Walter Verini, coordinatore del Comitato Antimafia a tutela dei giornalisti minacciati, con la richiesta di un intervento sul territorio.

Il direttore e tutta la redazione de La Provinciaonline sostengono in pieno la collega Monica Cito, da sempre impegnata a raccontare un territorio difficile.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti