Home Politica Movida, revocata ordinanza di chiusura dei locali a Pomigliano

Movida, revocata ordinanza di chiusura dei locali a Pomigliano

movida

POMIGLIANO D’ARCO. Revocata l’ordinanza di chiusura degli esercizi in piazza Mercato e strade limitrofe. Entro quindici giorni un protocollo d’intesa tra amministrazione comunale e commercianti.

L’ordinanza del 15 giugno con la quale veniva stabilita la chiusura delle attività di somministrazione di alimenti e bevande in piazza Mercato, via Cavallotti, via Poerio e via Pisa per l’intero weekend è stata sospesa.

I motivi della decisione, rigorosamente rispettata dagli esercenti nella giornata di ieri, venerdì 17 giugno, attenevano l’ordine e la salvaguardia dell’incolumità pubblica e della sicurezza urbana: da sopralluoghi effettuati sia dalla polizia municipale, sia da ispettori ambientali Enam, si era riscontrata la presenza di un notevole numero di bottiglie abbandonate e frantumate, una situazione che avrebbe potuto cagionare gravi rischi per la sicurezza dei cittadini.

Premesso ciò, nove rappresentanti dei commercianti si sono impegnati questa mattina – nel corso di un incontro tenutosi nella sede della Polizia Municipale – a rispettare puntualmente il divieto di vendita per asporto di bibite in bottiglie di vetro, con l’obbligo di segnalare ai vigili urbani comportamenti non conformi; all’accurata pulizia delle piazze, delle aree e delle strade limitrofe dopo la chiusura dei locali; nonché a controllare gli avventori per evitare degenerazioni, con contestuale obbligo di segnalare alle forze dell’ordine eventuali comportamenti non corretti.

«Entro quindici giorni – dice il sindaco Lello Russo – convocheremo nuovamente le rappresentanze di commercianti ed esercenti al fine di stilare un protocollo d’intesa atto ad evitare rischi per la salute e l’incolumità dei cittadini ma anche limitazioni della libertà degli stessi». I locali, i pub, le attività di somministrazione di alimenti e bevande nell’area interessata saranno dunque regolarmente aperti questa sera e domani, in attesa di ratificare gli impegni che sono alla base della sospensione dell’ordinanza firmata da Russo il 15 giugno.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Nessun commento

Exit mobile version