lunedì 26 Luglio 2021
HomeAttualitàMuore a 30 anni, espianto multiorgano all'ospedale di Castellammare

Muore a 30 anni, espianto multiorgano all’ospedale di Castellammare

Castellammare di Stabia. All’ospedale San Leonardo di Castellammare di Stabia si è appena concluso un espianto multiorgano su una donna stabiese di trent’anni deceduta nelle scorse ore. L’intervento di espianto è stato effettuato dall’équipe di anestesia e rianimazione diretta da Maria José Sucre con il coordinatore locale del dottor Salvatore Ambrosio e dellla dottoressa Stefania Ciceraro. La procedura è stata effettuata in collaborazione con l”équipe arrivata dall”ospedale di Padova con due cardiochirurghi. Dopo l’ espianto si procederà direttamente al trapianto su candidato in attesa nell’ospedale del capoluogo veneto. In contemporanea sul tavolo ha operato l’équipe dell’unità fegato del Cardarelli di Napoli dove sarà impiantato l’organo con altri 2 chirurghi. A seguire si procederà anche all’espianto dei reni.
Aggiornamento
Due urologi dal Ruggi di Aragona di Salerno per l’espianto dei reni.
Per l’ospedale San Leonardo ha collaborato in modo sinergico insieme alla direzione sanitaria, neurologia, tecnici elettroencefalografisti, autisti dell’ambulamza. L’intero staff medico degli anestesisti rianimatori e degli infermieri della unità operativa anestesia e rianimazione hanno eseguito il mantenimento delle condizioni cliniche. In sala operatoria lo staff infermieristico ha assistito sul tavolo i chirurghi durante l’espianto. Alle 17:45 sono partiti in Aereo i cardiochirughi per Padova prontamente con l’autista dell’ospedale san Leonardo che già li aveva prelevati a capodichino. I cardiochirurghi arrivando a Padova eseguiranno immediatamente il trapianto su donatore gia pronto sul tavolo operatorio.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti