Home Cronaca Muore a soli 18anni, Nancy Strocchia stroncata da un malore

Muore a soli 18anni, Nancy Strocchia stroncata da un malore

Saviano. Una tragedia immane quella che ha colpito in queste ore la comunità di Saviano che piange la scomparsa improvvisa della giovanissima Nancy Strocchia, da poco 18enne. Un malore improvviso che non ha dato via d’uscita alla giovane.

Parole di dolore quelle del dirigente scolastico del liceo “Rita Levi-Montalcini”, Domenico Ciccone, frequentato dalla giovanissima, che scrive: “Immenso dolore, per un fiore reciso improvvisamente, nel giardino del Liceo R. Levi-Montalcini di Saviano. Nancy non era solo bellissima, aveva cuore, aveva intelligenza, era innamorata della vita e del suo mondo.  Siamo affranti ed increduli, non sappiamo trovare parole per consolare i genitori e la famiglia, non abbiamo frasi per spiegare ai compagni il perché di questa tragedia.  Vola alto Nancy, dal cielo più azzurro, ci guarderai sorridendo”.

Ai genitori, alla sorella e ai parenti giungano le condoglianze del direttore Gabriella Bellini e della redazione.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Nessun commento