giovedì 21 Ottobre 2021
HomeAttualitàMuseo cimeli Maradona: pronto a partire un progetto destinato a restare nella...

Museo cimeli Maradona: pronto a partire un progetto destinato a restare nella storia

NAPOLI. Diego Armando Maradona continua a lasciare il segno. Sono trascorsi ormai sei mesi dalla scomparsa del Pibe de Oro, avvenuta nella città di Dique Lujan, in Argentina, il 25 novembre del 2020, ma il ricordo del campione, che con le sue magie ha incantato Napoli, sta per tramutarsi in un progetto tanto ambizioso quanto destinato a restare nella storia. 

I circa 450 cimeli di Diego Armando Maradona, di proprietà dell’immobiliarista Antonio Luise, ereditati da papà Salvatore (amico fraterno del fantasista azzurro), potrebbero girare il mondo. Parliamo delle tracce più svariate del passaggio, su questa terra, de “La mano de Dios”: dalla prima maglietta indossata all’età di 8 anni alla felpa che D10S ha indossato quando sedeva, da allenatore, sulla panchina del “Gimnasia la Plata”, passando per scarpette, palloni e, addirittura, le forchette utilizzate nella serata di conferimento della cittadinanza onoraria. Insomma, tutte le sfumature del numero 10 per eccellenza poste sotto la luce dei riflettori per garantire emozioni uniche a chi l’ha amato per tutta una vita. 

Nel progetto, in fase di partenza, figurano l’avvocato di Diego Armando MaradonaAngelo Pisani, e lo scout, esperto di calcio argentino ed intermediario di mercato, Pierluigi Salemme

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti