sabato 1 Ottobre 2022
HomePoliticaNapoli. Caos traffico, Simeone: "Con aperture scuole non oso immaginare"

Napoli. Caos traffico, Simeone: “Con aperture scuole non oso immaginare”

Napoli. Rientro dalle ferie e traffico in tilt nella metropoli napoletana. I primi disagi si sono riscontrati già dai primi del mese di settembre, soprattutto oggi nel quartiere Fuorigrotta nella sede universitaria di Monte Sant’Angelo dove si sono svolti i test di ammissione alla facoltà di Medicina e Chirurgia.

«Come purtroppo avevamo già previsto in commissione, siamo ai primi di settembre con le scuole ancora chiuse e in città è gia caos traffico commenta il consigliere comunale Gateano Simeone – non oso immaginare cosa accadrà con l’apertura delle scuole? Con i tanti cantieri aperti in città, che spuntano come i funghi, dei quali spesso non si ha contezza e quindi senza alcun controllo e chissà se autorizzati?
Senza una “conferenza dei servizi sui lavori pubblici”, che avrebbe la funzione di verificare e coordinare tutte queste attività, ma che ormai non si riunisce da mesi?
Con un flusso veicolare cittadino, che nei prossimi giorni si triplicherà e con le funicolari che saranno anche interessate da manutenzione ordinaria e straordinaria?
Con la Funicolare Centrale, che sarà chiusa per almeno un anno per la manutenzione ventennale?
Senza uno straccio di piano di mobilità alternativo, per garantire a quelle migliaia di passeggeri, che ogni giorno utilizzano questo mezzo, una soluzione alternativa?
Con un nuovo treno della metro, che è ancora in “rodaggio” ed in attesa di autorizzazione alla messa in esercizio da parte del Ministero dei trasporti?
Con una flotta autobus, in servizio, anzi a “mezzo servizio”, che non basterà certamente a garantire un servizio di collegamento decente su gomma?
Con le Municipalità, che troppe volte sono allo scuro di tutto perché manca il benché minimo rapporto e collegamento istituzionale con Palazzo San Giacomo? Non c’è più controllo e questo non possiamo assolutamente permettercelo. Il Sindaco deve intervenire personalmente, così come ha fatto con il comitato d’ordine e sicurezza di Napoli.
Spero di incontrarlo presto».

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti