lunedì 28 Novembre 2022
HomeAppuntamentiNapoli. Crisi energetica, convegno Confapi col sindaco Manfredi

Napoli. Crisi energetica, convegno Confapi col sindaco Manfredi

Domani l’incontro a Villa Doria D’Angri su possibili scenari per Pmi

«Crisi energetica – Piano industriale energetico» è il titolo del convegno, organizzato da Confapi Napoli per domani, mercoledì 27 luglio prossimo, alle ore 16.30 che si terrà a Villa Doria D’Angri, in via Francesco Petrarca 80 a Napoli. Politici, imprenditori, ricercatori e professionisti si confronteranno sul tema che in questi mesi sta tenendo banco nel dibattito nazionale e non solo. Il professor Alberto Carotenuto, rettore dell’Università Parthenope di Napoli, porterà i saluti dell’Ateneo.
Sono previsti gli interventi di: Gaetano Manfredi, sindaco di Napoli; Raffaele Cesaro, presidente gruppo Ambiente di Confapi Napoli; Antonio Marchiello, assessore alle Attività produttive della Regione Campania; Giuseppe Romano, commissario Zes Campania; Maria Caputo, consigliere segretario Odcec Napoli; Marcello Salvio, responsabile Laboratorio efficienza energetica nei settori economici di Enea; e Viviana Cigolotti, ricercatrice Enea.

Le conclusioni saranno affidate a Raffaele Marrone, presidente di Confapi Napoli. A moderare la giornalista Viviana Lanza (Il Riformista).

«Sarà una occasione di confronto su più livelli», spiega il presidente Marrone, «per analizzare il tema della crisi energetica sotto diversi aspetti: quello tecnico, quello economico e anche quello politico. Oggi l’approvvigionamento delle fonti energetiche è uno dei più gravi problemi geopolitici, ma è anche un tema particolarmente sentito dalle famiglie e dalle imprese che si trovano a fronteggiare un incremento dei costi che non sarà sostenibile ancora a lungo».
«Oggi ci troviamo ad affrontare il tema complesso della crisi energetica», ha aggiunto invece Raffaele Cesaro, «tuttavia il secondo Paese manifatturiero d’Europa non può prescindere da una seria e strategica politica energetica che garantisca competitività delle aziende nel medio-lungo periodo». (L’ufficio stampa).

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti