martedì 31 Gennaio 2023
HomeCronacaNapoli, guardie giurate colpite con l'acido muriatico in ospedale

Napoli, guardie giurate colpite con l’acido muriatico in ospedale

Napoli. Aggressione ai danni di tre guardie giurate da parte di un extracomunitario all’ Ospedale Loreto Mare di Napoli quando nell’ interdire , come da regolamento, l’ accesso ai reparti senza autorizzazione e ne tampone antigeni si vedevano fatti oggetto di lancio di acido muriatico .

Una guardia è stata ferita alla mano e all’ avambraccio destro e trasferita all ‘ Ospedale Pellegrini mentre le altre due bloccavano l’ energumeno fino all’ arrivo della Polizia di Stato che lo traeva in arresto.
“La situazione è di una gravità assoluta è davvero allarmante”, denuncia il noto attivista sindacale Giuseppe Alviti leader associazione nazionale guardie particolari giurate che sottolinea come sia una vera trincea lavorare in ospedale tanto è che ieri in quel di Pozzuoli un ‘altra guardie giurata è stata aggredita brutalmente per tale motivo bisogna militarizzare gli ospedali nella consapevolezza di donare sicurezza a tutti e non piangere morti bianche.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti