venerdì 23 Aprile 2021
HomeCronacaNapoli. Spari contro la Fondazione che combatte la camorra con la cultura

Napoli. Spari contro la Fondazione che combatte la camorra con la cultura

NAPOLI. San Giovanni a Teduccio, spari contro la Fondazione Famiglia di Maria. l giornalista Sandro Ruotolo: “La camorra è una montagna di merda”:

Spari contro il portone della “Fondazione Famiglia di Maria”, è l’amara sorpresa dei residenti del quartiere di San Giovanni a Teduccio. La Polizia infatti ha individuato due fori causati da colpi d’ arma da fuoco sul portone d’ingresso. Sin dal giorno della sua apertura la Fondazione si è occupata dei ragazzi del rione offrendo loro attività ludiche e di laboratorio. Nata grazie all’idea della sua presidente Anna Riccardi, dopo l’omicidio di Luigi Mignano avvenuto nel mese di aprile. L’uomo fu ucciso davanti al nipotino di soli 4 anni. La voglia dei cittadini di contrastare la delinquenza ha dato spunto alla Riccardi la nascita della Fondazione. Questa mattina il giornalista Sandro Ruotolo è stato uno dei primi a dare la spiacevole notizia: “Ricevere a prima mattina una telefonata, sentire nella voce di chi ti chiama la paura, la rabbia.” Hanno sparato contro il portone” della fondazione famiglia di Maria, periferia est di Napoli, dove si combatte con la cultura per la legalità. Anna, non ti lasciamo sola. La camorra è una montagna di merda.”

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti