mercoledì 28 Settembre 2022
HomePoliticaDi Nardo, Idv: Diamo 100 euro anche ai giovani con partita Iva

Di Nardo, Idv: Diamo 100 euro anche ai giovani con partita Iva

NAPOLI. Sugli 80 euro del Governo Renzi ai lavoratori dipendenti interviene Nello di Nardo, il segretario regionale di Idv: “Diamo 100 euro anche ai giovani con partita Iva prendendoli dai soldi confiscati alla camorra”.

“In questi tempi di crisi si è tanto dibattuto sugli 80 euro che Renzi si è impegnato a dare ai lavoratori dipendenti. Non si possono dimenticare le altre categorie di lavoratori. Noi di Italia dei Valori proponiamo di sostenere le Partite Iva, utilizzando i soldi confiscati a camorristi e mafiosi”.  Lo dichiara Nello Di Nardo, segretario regionale di Italia dei Valori in Campania che prosegue: “In Italia ci sono 3 milioni e mezzo di partite Iva. Noi proponiamo di dare  cento euro ogni mese, per sei mesi, aiutando così tutti quei giovani, che hanno una loro autonoma attività e che guadagnano meno di 26 mila euro all’anno. Vanno utilizzati i 2 miliardi e trecentomila euro di beni confiscati alla mafia, in titoli o e contanti, denaro liquido già in possesso dello Stato In questo modo si possono finanziare milioni di giovani che stanno provando a reagire alla crisi con una propria autonoma attività e che, mediamente, sono costretti a pagare il 60% di tasse.  Ci sembra sia questo- prosegue Di Nardo- un passo avanti importante se pensiamo alle reali difficoltà di natura economica e burocratica di chi vuole tentare di avviare un’attività in Italia.  Questo anche a causa di una sciagurata riforma come quella Fornero che il lavoro lo ha solo distrutto senza la lungimiranza e l’attenzione verso un Paese che per rilanciarsi può solo contare sul lavoro e sulle piccole e medie imprese”.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti