venerdì 27 Gennaio 2023
HomeNewsNatale in Masseria per valorizzare le periferie

Natale in Masseria per valorizzare le periferie

Il coordinamento Buonaria che riunisce diverse associazioni ambientaliste e comitati di cittadini del territorio che si battono da tempo per la qualità dell’aria ha voluto organizzare questo momento di incontro e di divertimento innanzitutto per i bambini e per gli adulti . Ma sarà’ anche un occasione di riflessione e di denuncia. Valorizzare le masserie e le periferie di queste città ,come di tutte le città , abbandonate a se stesse deve essere un obiettivo di tutti, dichiarano i rappresentati di Buonaria perché proprio le masserie possono essere una grande risorsa culturale, paesaggistica ed ambientale.
Gli sforamenti delle polveri sottili nell’aria , solo dal 2015 certificati, sono in continua ascesa e stanno minacciando in misura seria la salute dei cittadini a partire dai più fragili bambini, anziani e malati. La portavoce e animatrice del coordinamento Anna Rea lo dichiara senza mezzi termini: “servono urgentemente azioni virtuose e responsabili da parte di tutti delle istituzioni in primis che hanno in capo la tutela della salute dei cittadini ma anche delle aziende molte delle quali insalubre poste negli anni nei centri abitati ,così come occorrono comportamenti adeguati da parte dei commercianti e degli stessi cittadini. Serve diffondere una cultura a difesa dell’ambiente e della vita a partire da un opera di educazione civica nelle scuole. Per queste ragioni si e’ dato vita ad un tavolo permanente con il comune di Pomigliano , da allargare agli altri comuni della zona , con Arpac, Universita’ , Regione e città’ metropolitana con le associazioni di Buonaria. “
Questo Natale nonostante si presenta triste e difficile per molte famiglie per il dramma che vivono gli abitanti di Ischia, per il caro vita, per il Covid non del tutto debellato , per la guerra alle nostre porte e per gli ingenti danni visibili sempre più veloci e gravi all’ambiente Buonaria vuole che sia all’insegna della Pace, della difesa del Pianeta e della valorizzazione delle Periferie a partire dal grande patrimonio tipico del
nostro territorio rappresentato dalle MASSERIE.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti