domenica 25 Settembre 2022
HomeCultura e SpettacoliNola: i vincitori del certame bruniano 2014

Nola: i vincitori del certame bruniano 2014

NOLA. Con la cerimonia di premiazione tenutasi in una affollata chiesa dei SS. Apostoli, cala il sipario sulla XIII edizione del certame bruniano, il concorso filosofico dedicato a Giordano Bruno rivolto agli alunni degli istituti scolastici superiori italiani e agli studenti universitari che, quest’anno, ha convogliato a Nola 141 ragazzi provenienti da tutta Italia raddoppiando quasi i numeri dello scorso anno.

L’evento è promosso dall’amministrazione comunale ed organizzato dall’assessorato ai beni culturali dell’ente di piazza Duomo, in collaborazione con l’associazione Meridies, il liceo classico “G. Carducci” di Nola, la proloco “Nola città d’arte”, il centro servizi “Vulcano Buono”, l’agenzia di sviluppo dei comuni dell’area nolana, il lions e leo club “G. Bruno” di Nola, il rotary club “Nola – Pomigliano D’Arco” ed il centro “Mediterraneo Formanagement”.

A portare a casa il primo premio, pari a duemila euro, messo a disposizione in modo congiunto dalla fondazione Giordano Bruno e dal centro servizi Vulcano Buono, Martina de Scisciolo del liceo classico “C. Sylos” di  Terlizzi (Bari).

A vincere invece la sezione “universitari” con un premio pari a mille euro sponsorizzato dal comune di Casamarciano, Luigi Santoro  dell’università degli studi Napoli “Federico II”.

“Un vero successo – ha dichiarato l’assessore ai beni culturali, Cinzia Trinchese -. Siamo veramente soddisfatti di questa XIII edizione del concorso che ha saputo ben coniugare la cultura alla filosofia; l’arte con la riscoperta del patrimonio storico cittadino; il teatro con la rappresentazione scenica di “Fiamme e Ragione” a cura dell’associazione Nartea di Napoli e la millenaria tradizione nolana legata alla Festa dei Gigli di Nola con l’approccio alla lavorazione della cartapesta cui gli alunni hanno assistito mediante un apposito laboratorio dimostrativo. Ragazzi del terzo millennio che, con grande serietà e professionalità, hanno dimostrato di avere ben saldi gli ideali di libertà e coerenza di idee professati da Bruno. Nola ringrazia i 141 ragazzi di Italia che, da nord a sud, hanno scelto, ancora una volta, questa meravigliosa città rinnovando l’appuntamento all’anno prossimo”.

“Nola si riconferma capitale della cultura e di Giordano Bruno – ha dichiarato il sindaco Geremia Biancardi -. Dopo il successo del festival bruniano tenutosi lo scorso febbraio che ha visto la presenza in città di oltre venti studiosi internazionali esperti di Bruno, oggi il certame dà l’ulteriore conferma che il filosofo nolano, a distanza di secoli, continua ad appassionare avvicinando tante belle generazioni. Un amore per la filosofia che, talvolta, non si ferma tra i banchi di scuola ma che continua nel tempo. Massimiliano Traversino, vincitore della sezione ‘universitari’nel 2008, oggi docente all’università di Trento, nonché coordinatore scientifico del festival bruniano nolano,  ne è una chiara ed evidente conferma. Ragazzi studiate, la cultura è l’unico mezzo in grado di rendervi veramente liberi. Siate orgogliosi del vostro percorso formativo e ritornate, quando volete, tra i luoghi bruniani. Noi vi aspettiamo”.

“Un’edizione quella targata 2014 che sarà sicuramente ricordata, oltre che per il numero dei partecipanti, quasi il doppio rispetto al 2013, anche per la qualità degli elaborati – ha dichiarato il presidente della commissione esaminatrice e della fondazione”G. Bruno”, Aniello Montano -. Un livello altissimo che testimonia lo studio attento, complesso ed articolato cui si sono sottoposti i ragazzi in questi mesi di preparazione con il supporto dei docenti di riferimento. Non è stato facile fare una scelta. Quest’anno ha vinto la cultura”.

 VINCITORI XIII CERTAME BRUNIANO

I) Martina de Scisciolo – Liceo Classico “C. Sylos”,  Terlizzi Bari (2.000 euro messo in palio dalla Fondazione “G. Bruno” e dal centro servizi Vulcano Buono)

II) Allessandra Prato – Liceo Classico Statale “G. Parini”,  Milano (1.000 euro messo in palio dall’ agenzia di sviluppo dei comuni dell’area nolana )

III) Chiara Salvato – Liceo Scientifico “C. Urbani” – San Giorgio a Cremano (NA) (700 euro messo in palio dal Lions e Leo Club “G. Bruno” Nola)

IV) Piero Avitabile – Liceo Classico “P. V. Marone”,  Meta di Sorrento, Napoli (500 euro messo in palio dal Rotary Club “Nola – Pomigliano D’Arco)

V) Mattia Bellino Borgese – Liceo Classico “P. Colletta”,  Avellino (300 euro messo in palio da Mediterraneo Formanagment Nola)

 

MENZIONI SPECIALI:

VI) Francesca Vitarelli – Liceo “F. Maurolico”,  Messina

VII) Antonio Alfano – Liceo Scientifico “F. Severi” , Castellammare di Stabia (NA)

VIII) Ippolita Altobelli – Liceo “Alfonso Maria De Liguori”, Acerra (NA)

IX) Alessandro Rognoni – Liceo Scientifico “L. Da Vinci”, Milano

X) Giorgia Scala – Liceo Classico “O. Fascitelli”, Isernia

SEZIONE UNIVERSITARI

Luigi Santoro – Università degli Studi Napoli “Federico II” (1.000 euro messo in palio dal comune di Casamarciano)

Comune di Nola –  per l’Ufficio Stampa: Autilia Napolitano

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti