domenica 25 Luglio 2021
HomeAttualità"Nunziatella", 233 anni dalla fondazione. Celebrato anniversario

“Nunziatella”, 233 anni dalla fondazione. Celebrato anniversario

NAPOLI. Si è celebrato, presso la Scuola Militare “Nunziatella”, il 233° anniversario della fondazione dell’Istituto di formazione dell’Esercito tra i più antichi al mondo.
Alla cerimonia hanno preso parte, in collegamento video, il Capo di Stato Maggiore dell’Esercito, generale di Corpo d’Armata Salvatore Farina, il Comandante della Formazione, Specializzazione e Dottrina, generale di Corpo d’Armata Salvatore Camporeale, la Scuola Militare Teuliè e gli allievi del 231° – 232° – 233° corso che, in aderenza al DPCM del 3 novembre e delle ordinanze regionali della Campania, sono attualmente impegnati nell’ attività di didattica a distanza. Quest’anno il Giuramento solenne, tradizionale appuntamento per il capoluogo campano e occasione di ritrovo per i migliaia di ex-allievi, è stato rinviato, a causa della contingente situazione sanitaria globale, tuttavia ha avuto luogo, presso il monumento del Masso del Monte Grappa, la deposizione di una corona in onore ai Caduti alla presenza del Comandate della Scuola, Colonnello Ermanno Lustrino, del Labaro dell’Associazione Nazionale ex-allievi Nunziatella e di una ristretta rappresentanza dell’Istituto.
Il generale di Corpo d’Armata Salvatore Farina, rivolgendosi agli allievi della Nunziatella ha voluto esortarli ad affrontare il difficile momento storico con l’entusiasmo e la dedizione al servizio che da sempre animano l’operato del soldato italiano, sia in Italia che all’estero.
La Scuola Militare Nunziatella, voluta nel 1787 da Ferdinando IV di Borbone, ha visto la frequenza di numerosi allievi, che nel corso della pluricentenaria storia, hanno acquisito cariche di assoluta importanza sia in ambito militare, sia nei vari settori politici ed economici della vita del Paese.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti