venerdì 27 Gennaio 2023
HomeAttualitàNuovo sindacato carabinieri Campania, conclusi i lavori congressuali

Nuovo sindacato carabinieri Campania, conclusi i lavori congressuali

Napoli. A termine dei lavori congressuali svoltisi in tutte le province della Campania, è stata eletta la Segreteria Regionale del Nuovo Sindacato Carabinieri.
Un percorso iniziato dalla sentenza della Corte Costituzionale nr. 120 del 13 giugno 2018, poi attuata con la pubblicazione, nella Gazzetta Ufficiale nr. 110 del 12 maggio 2022, della legge 46/2022 recante “norme sull’esercizio della libertà sindacale del personale delle forze armate e delle forze di polizia ad ordinamento militare, nonché delega al Governo per il coordinamento normativo”.
In effetti, tale innovazione normativa si inserisce in un più ampio progetto di modernizzazione socioculturale, che, oltre a concedere potere contrattuale a tutti gli appartenenti alle FF.AA., ne legittima la tutela dei propri diritti, alla stessa stregua dei lavoratori della società civile. Tale raggiunta equipollenza giuridica sancisce la fine di una epoca, destrutturando quell’assetto sociale “differenziale”, ispirato a principi anticostituzionali ed anacronistici. Affrancatosi da qualsivoglia dogmatica imposizione, il processo storico di evoluzione socioculturale può riprendere il suo cammino e percorrere, con maggiore vigore, il sentiero della libertà intellettuale!
In Campania, il Nuovo Sindacato Carabinieri ha iniziato la sua opera di proselitismo confrontandosi e valutando ogni singola attività. Ha raggiunto carabinieri in ogni luogo e per qualsiasi problematica rappresentata. Ha saputo coinvolgere e proporre, con coscienza, diverse soluzioni, confrontandosi, costruttivamente, sia con le figure Istituzionali di riferimento che con i propri iscritti che hanno subìto una crescita inaspettata dirigendosi verso il primo traguardo delle 1000 unità.
La forza del sindacato risiede nell’ascolto, nel confronto e nella condivisione, ma, soprattutto, nell’amalgamare, in un progetto comune, il valore di ciascuna individualità ed NSC Campania ha conformato il suo assetto in ragione dell’attività da svolgere, ispirandosi al nobile concetto di prossimità e territorialità!
La tutela dei diritti e della legalità è presente in NSC come proprio dipartimento il cui responsabile è il “Capitano Ultimo” ed ispirandosi a lui, ciascun dirigente NSC Campania, pur operando nell’ottica di un progetto più ampio, si è immedesimato nelle realtà locali, dando voce agli “ultimi” ed agendo nel e per il loro interesse.
L’impegno profuso ha avuto, oggi, l’ennesimo riconoscimento, espressosi nella conferma – per la prima volta elettiva – della Segreteria Regionale NSC Campania.
Un primo traguardo di un lavoro iniziato bene e che proseguirà sempre nei riguardi degli iscritti col fine di concretizzare i necessari istituti utili all’accrescimento del benessere del personale tutto.
Il mandato avrà durata quadriennale e l’impegno programmatico sarà indirizzato al riconoscimento della professionalità di chi produce sicurezza e bisognerà riconoscere l’importanza di quest’ultima, affinché non sia più considerata un costo ma, un investimento utile allo sviluppo sociale-economico. Una manovra che bisogna attuare per riconoscere l’impegno di ogni singolo operatore sia a livello professionale che in termini economici.
NSC crede che gli obiettivi si possono raggiungere con il lavoro e nel prossimo mandato quadriennale si impegneranno gli eletti della Segreteria Regionale NSC Campania: Segretario generale regionale Michele Capece, Segretario Generale regionale aggiunto Francesco Napoli e i Segretari regionali Felice De Nicola, Alessandro Ragucci, Giovanni Voria, Francesco Saverio Caparrotti e Carmela Siani.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti