lunedì 19 Ottobre 2020
Home Cronaca Operazione anticamorra, blitz all'alba nel napoletano

Operazione anticamorra, blitz all’alba nel napoletano

SAN GIORGIO A CREMANO- PORTICI. Operazione anticamorra della squadra Mobile.

Nella mattinata i oggi tra Napoli, Portici, San Giorgio a Cremano e Cardito, i poliziotti della Squadra Mobile e del commissariato di polizia di Stato Portici-Ercolano, su delega della Procura Distrettuale Antimafia di Napoli, hanno dato esecuzione a due ordinanze di custodia cautelare emesse dal G.I.P. del Tribunale di Napoli nei confronti di numerosi soggetti, gravemente indiziati dei reati di estorsione e tentata estorsione, aggravate dal metodo mafioso. I provvedimenti cautelari compendiano gli esiti di tre indagini, condotte dai suddetti organi investigativi, in merito ad una serie di episodi estorsivi posti in essere in danno di operatori commerciali e imprenditori della zona di Portici e di San Giorgio a Cremano, da parte di esponenti delle suindicate, opposte, fazioni criminali. Nello specifico, uno dei due provvedimenti ha ricostruito una vicenda estorsiva del 2019 che ha visto coinvolto un professionista della zona, avvicinato e minacciato, affinché versasse una ingente somma di denaro, per lo più destinata al sostentamento degli affiliati detenuti. L’altra ordinanza di custodia cautelare ha portato alla luce numerosi episodi estorsivi commessi ai danni di imprenditori edili, hotel, bar, paninoteche, ortofrutta, garage e ditte concessionarie di servizi cimiteriali nel 2016 e 2017. Infine, è stato eseguito un decreto di fermo emesso dalla Procura Distrettuale Antimafia di Napoli a carico di soggetti indiziati di tentata estorsione aggravata dal metodo mafioso, sequestro di persona a scopo di estorsione, rapina aggravata e detenzione e porto abusivo di armi, posta in essere nei confronti di un imprenditore, titolare di un bar nel centro di Portici.

- Advertisement -

Ordinanze di custodia cautelare nei confronti di:

  • Ascione Giovanni 27 anni;
  • Bellastella Alessandro 34 anni;
  • Bosso Ciro 34 anni;
  • De Mato Polo 23 anni;
  • Scafo Paolo 31 anni;
  • Scafo Pasquale 50 annni;
  • Scafo Salvatore 21 anni;
  • Vollaro Carlo 42 anni;
  • Marino Ciro 57 anni;
  • Chivasso Giovanni 43 anni;
  • Luongo Umberto 43 anni;
  • Sparano Giuseppe 22 anni;
  • Scarano Vincenzo 54 anni;
  • Silvestrino Gennaro 56 anni;
  • Bosso Carmine 55 anni;

Decreto di fermo di indiziato di delitto nei confronti di:

  • Continno Gabriele  29 anni;
  • Scafo Salvatore 21 anni;
  • Sovereto Ciro 50 anni.

 

- Advertisement -
- Advertisment -
- Advertisment -

Articoli recenti

Nuovo contagio, chiude di nuovo il Comune di Marigliano

Marigliano. Il Covid non dà tregua ai dipendenti del municipio di Marigliano, un nuovo contagio e nuova chiusura degli uffici. A comunicarlo poco...

Aumentano i contagi tra gli adolescenti, il parroco: “Cari giovani siate responsabili”

SOMMA VESUVIANA. In una nota il sindaco di Somma Vesuviana fa notare come siano soprattutto i giovanissimi ad essere contagiati dal Covid. “E’ importante...

Covid a Somma Vesuviana. Dopo la sanificazione domani riapre il municipio

SOMMA VESUVIANA. Di Sarno (Somma Vesuviana): “Domani riapriranno gli uffici comunali, immediata è stata la sanificazione”. “Domani riaprono tutti gli uffici comunali di Somma Vesuviana....

Stop a Fiere e sagre, la ConfEventi scrive a Conte

Napoli. Stop a Fiere e sagre, di nuovo un duro colpo per gli operatori del settore. Da qui la decisione di ConfEventi, Federazione Italiana...

Va in giro nonostante sia positivo, denunciato dai carabinieri

Saviano. Lo conoscevano e quando lo hanno visto andare in giro come se nulla fosse nonostante la sua positività al Covid 19 per lui...
- Advertisment -