domenica 5 Dicembre 2021
HomeAttualitàOperazione "Reset" ad Ercolano: il piano straordinario di raccolta dei rifiuti

Operazione “Reset” ad Ercolano: il piano straordinario di raccolta dei rifiuti

ERCOLANO. E’ partita l’operazione “reset” a Ercolano. La città degli Scavi è stata interessata da un piano straordinario di raccolta dei rifiuti abbandonati dai furbetti del sacchetto.

La Buttol, di concerto con l’amministrazione comunale, ha avviato l’opera di azzeramento di tutto il territorio, mettendo in campo risorse extra al fine di rendere la città di Ercolano decorosa e all’altezza del nome che porta. Contestualmente è stato potenziato anche il servizio di lavaggio e disinfezione delle strade interessate dai cumuli generati dall’abbandono indiscriminato di rifiuti, attraverso una macchina lavastrade messa a disposizione dall’azienda.
Contemporaneamente è partita anche un’azione di contrasto all’abbandono dei rifiuti, con una task force congiunta tra Azienda e amministrazione comunale. Controlli a tappeto che sono stati coordinati dall’Ente, volti a individuare i furbetti dell’abbandono dei rifiuti. Nei giorni scorsi la Buttol ha lanciato anche la campagna “Riusa, riduci, ricicla”, un messaggio indirizzato proprio ai cittadini che non rispettano il calendario di conferimento. Un modo anche per sensibilizzare la cittadinanza nel pieno di una crisi regionale dei rifiuti e in vista dello stop forzato del termovalorizzatore di Acerra a settembre, che rischia di creare nuovi disagi in tutte le città della Campania.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti